news

Tivantinib è una piccola molecola ad azione selettiva non-ATP-competitiva, somministrata per via orale, in grado di inibire la tirosinchinasi del recettore c-Met, che è coinvolta in vario modo nel controllo della migrazione delle cellule tumorali, dell’invasione neoplastica, nella proliferazione cellulare e nella formazione delle metastasi.


Continua a Leggere »

Il Cediranib, Recentin™, un potente inibitore del segnale VEGFR e pertanto della neo-vascolarizzazione tumorale, è un farmaco sviluppato dalla AstraZeneca, entrato nella sperimentazione umana a partire dal 2007. Da allora, è stato valutato in diversi studi clinici di fase I e II in pazienti affetti da cancro del colon-retto, rene e cancro del polmone non a piccole cellule. […]


Continua a Leggere »

Paul Bunn Jr, MD, ricercatore del Cancer Center della Università del Colorado ha recentemente pubblicato una recensione sullo stato attuale della cura del cancro ai polmoni, che può essere considerata l’espressione più completa ed attuale della visione degli scienziati americani sull’argomento. […]


Continua a Leggere »

Il Dacomitinib (noto anche come PF-00299804) è un farmaco sperimentale, non ancora approvato da alcuna agenzia governativa di regolazione del mercato dei farmaci (es. l’EMA europea o l’FDA americana). […]


Continua a Leggere »

Sorafenib è stato sviluppato da Onyx Pharmaceuticals Inc. e commercializzato in Europa da Bayer. Farmaco ad azione anti-proliferativa ed anti-angiogenetica, è attivo in una varietà di cancri umani. Il nostro sistema sanitario nazionale ne riconosce due indicazioni: alcuni casi di carcinoma a cellule renali avanzato e nel trattamento dell’epatocarcinoma. Vi sono evidenze preliminari di una sua attività anti-tumorale anche nel NSCLC, e l’articolo che noi dedicammo 3 anni fa al Sorafenib ne è un bell’esempio. Ora la novità è che […]


Continua a Leggere »

Abbiamo già parlato del farmaco sperimentale Afatinib in un recente e ben documentato articolo: https://www.alcase.it/2012/05/afatinib-dal-laboratorio-al-letto-del-malato/. Ora che nuovi ed interessanti dati sul farmaco sono stati appena presentati al 2012 ASCO Annual Meeting di Chicago (IL, USA), torniamo a parlarne…


Continua a Leggere »

Secondo uno studio internazionale, presentato recentemente al congresso annuale dell’American Society of Clinical Oncology (ASCO), il Selumetinib sarebbe in grado di aumentare drammaticamente le percentuali di risposta obiettiva (35% vs 0%) e più che raddoppiare la mediana di sopravvivenza (5,3 vs 2,1 mesi), rispetto alla sola chemioterapia.


Continua a Leggere »

Sono giunti a conclusione i due studi LUX-Lung 1 e LUX-Lung 2 su Afatinib, un potente inibitore di seconda generazione della tirosinchinasi. Abbiamo già preso in considerazione l’ Afatinib, come un farmaco potenzialmente utile nel trattamento del cancro del polmone, includendolo nella nostra rubrica: “FARMACI MIRATI”. Nella scheda […]


Continua a Leggere »