news

Tutti sanno che le case farmaceutiche internazionali (le cosidette “Big Pharma”) sono in gara fra loro per sfornar nuovi farmaci, e che puntano -con giganteschi investimenti- ad ottenere risultati concreti ed importanti, premessa necessaria di vendite certe (e di guadagni). Il mercato azionario, a sua volta, è sensibilissimo alle prospettive di guadagno delle Big Pharma e così anche i piccoli investitori (e gli analisti finanziari per loro) guardano con attenzione agli sviluppi della ricerca. Ricerca che, per i malati di cancro al polmone può voler dire qualche speranza in più di continuare a vivere, per le Big Pharma, il mercato azionario e gli investitori -grandi e piccoli- significa maggiori guadagni.[…]


Continua a Leggere »

L’American Society of Clinical Oncology (ASCO) pubblica regolarmente articoli che riassumono lo stato dell’arte su differenti argomenti: sono gli ASCO post. In questi giorni, ne è uscito uno sul cancro ai polmoni che vi proponiamo.


Continua a Leggere »

INIBIZIONE DELLE DEACETILASI DEGLI ISTONI. La modificazione del DNA e degli istoni è il può comune metodo epigenetico di controllo genico. La famiglia di deacetilasi istonica svolge un ruolo chiave in quel processo. Le deacetilasi hanno la funzione di stringere i legami fra istoni e DNA, inibendo così la trasnscrizione. […]


Continua a Leggere »

L’ International Association for Lung Cancer Study (IASLC), il College of American Pathologists (CAP), e l’Association for Molecular Pathology (AMP) hanno elaborato la “Molecular Testing Guideline for the Selection of Lung Cancer Patients for EGFR and ALK Tyrosine Kinase Inhibitors” (Linee guida per la selezione di pazienti con cancro del polmone all’esecuzione del test molecolare per le mutazioni EGFR e il riarrangiamento ALK). […]


Continua a Leggere »

[17 Mar 2013] Inibizione BRAF

La proteina BRAF è un membro della famiglia di proteinchinasi Raf cha agiscono a valle del sistema Ras e sono responsabili dell’attivazione del sistema MAPK, il quale a sua volta controlla la proliferazione cellulare.
Mutazioni del gene che controlla la produzione della proteina BRAF furono osservate per la prima volta in cellule di melanoma. Le mutazioni BRAF sono presenti solo nell’ 1-3% dei cancri del polmone non a piccole cellule (NSCLC).


Continua a Leggere »

[9 Mar 2013] Inibizione Mek

La regolazione Raf/Ras/Mek è un fenomeno chiave nello sviluppo del cancro al polmone. L’attivazione del sistema Ras e il successivo coinvolgimento del sistema Raf portano a una cascata di eventi, fra cui la fosforilazione (attivazione) del sistema Mek1/Mek2. L’insieme di questi sistemi comprende numerose molecole bersaglio, contro cui sono stati individuati nuovi, potenti farmaci mirati, alcuni dei quali già in sperimentazione umana.


Continua a Leggere »

[27 Feb 2013] Inibizione EGFR

La disregolazione EGFR (“Epidermal Growth Factor Receptor”, ovvero del recettore di crescita epidermoidale) è associata a prognosi peggiore nel cancro del polmone non a piccole cellule (NSCLC)(1). Anche se molti pazienti con mutazione EGFR beneficeranno di una terapia con inibitori della tirosinchinasi (TKI), si sa oggi che una parte di quella popolazione non ne beneficierà. I meccanismi già noti di resistenza ai farmaci ad azione TKI includono […]


Continua a Leggere »

Nonostante il significativo miglioramento dei risultati terapeutici ottenuti in alcuni pazienti altamente selezionati, sono già evidenti lo sviluppo di resistenze. La combinazione di più farmaci ad azione mirata potranno consentirci di superarle. Tuttavia, è più probabile che tali strategie consentiranno soltanto di ritardare l’inevitabile. Inoltre l’efficacia dei farmaci ad azione mirata, oggi disponibili, è limitata a piccoli sottogruppi di pazienti: nel complesso circa il 75% delle persone colpite da NSCLC non possono ancora giovarsi di una terapia personalizzata. Altri target sono necessari!!!


Continua a Leggere »