Sunitinib

SUNITINIB
Nome commerciale Sutent ®
Compagnia farmaceutica produttrice Sviluppato e commercializzato da Pfizer
Indicazione approvata dal SSN Tumore Stromale del Tratto Gastrointestinale non operabili e/o metastatici dopo fallimento di un trattamento con imatinib mesilato dovuto a resistenza o intolleranza.
Carcinoma Renale Avanzato e/o Metastatico
Caratteristiche chimico-farmacologiche E’ una piccola molecola.
La sua formula chimica è: C22H27FN4O2. Ha un peso molecolare di
398.474 g/mol
Meccanismo d’azione Inibisce molteplici recettori delle Tirosin.chinasi che sono coinvolte nella crescita dei tumori, nell’angiogenesi tumorale e nella progressione metastatica del cancro. In particolare, dei recettori del fattore di crescita di derivazione piastrinica (PDGFRa e PDGFRß), dei recettori del fattore di crescita vascolare endoteliale (VEGFR1, VEGFR2 e VEGFR3), del recettore del fattore della cellula staminale (KIT), del recettore tirosinchinasico FLT3 (Fms-like tyrosine kinase 3), del recettore CSF-1R (colony stimulating factor receptor (CSF-1R)) e del recettore del fattore neutrofico di derivazione gliale (RET).
Modalità di somministrazione Orale. Capsule da 12,5. La dose raccomanda è 50 mg, da assumere giornalmente per 4 settimane consecutive, seguite da 2 settimane di riposo (schema 4/2) in modo da effettuare un ciclo completo di 6 settimane.  Possono essere effettuate modifiche della posologia con incrementi di 12,5 mg in base alla sicurezza e tollerabilità del singolo paziente. La dose giornaliera non deve superare  87,5 mg né deve essere ridotta al di sotto di 37,5 mg.
Attività antitumorale
riconosciuta
E’ stato approvato dall’europea EMEA e dall’americana FDA per le stesse indicazioni del nostro SSN.
Attività antitumorale

(cancro del polmone)
Potenzialmente, il Sunitinib potrebbe essere efficace anche nel trattamento del carcinoma del polmone non a piccole cellule (NSCLC). Negli USA, 27 sperimentazioni cliniche stanno reclutando pazienti (o hanno appena finito di reclutare) pazienti con NSCLC, come censito dai NIH.
Indicazioni cliniche

(cancro del polmone)
Non sono disponibili dati sufficienti a dare delle indicazioni in merito.
Effetti tossici e collaterli

Tra gli effetti indesiderati più comuni  (oltre il 20% dei pazienti) si annoverano
stanchezza, disturbi gastrointestinali (quali diarrea, nausea, infiammazione del rivestimento epiteliale della bocca, indigestione e vomito), decolorazione della pelle, disgeusia (alterazione della facoltà del gusto) e inappetenza.
Nostri articoli -//-
Letture consigliate http://www.ema.europa.eu/docs/it_IT/document_library/EPAR_-_Summary_for_the_public/human/000687/WC500057689.pdf