Glossario

ALCASE Italia ringrazia la Fondazione CRS per aver reso possibile la realizzazione e il mantenimento del presente glossario


A

Ablazione con radiofrequenze = tecnica che comporta il posizionamento di un piccolo filo o elettrodo in un tessuto bersaglio ed attraverso questo l’emissione d’onde radio per distruggere le cellule intorno all’elettrodo

Acido desossiribonucleico (DNA) = la sostanza chimica di cui sono fatti i cromosomi ed i geni; il DNA è la sostanza che custodisce le informazioni genetiche Acutizzarsi = improvviso aggravarsi (di una malattia o dei sintomi)

Addome = parte del corpo posta al di sotto delle coste; l’area del corpo che contiene lo stomaco, il fegato, la milza, gli intestini ed altri organi

Adenocarcinoma = uno dei tre principali sottotipi di carcinoma polmonare non a piccole cellule; parte dalle cellule ghiandolari dei polmoni

Adenovirus = un gruppo di virus che provocano infezioni del tratto respiratorio e degli occhi; gli adenovirus utilizzati nella terapia genica vengono alterati per trasportare uno specifico gene che combatte il tumore

Adiuvante = trattamento secondario, aggiunto al trattamento primario per migliorarne gli effetti

Agente sclerosante = sostanza irritante utilizzata nella pleurodesi (ed in altre procedure) per provocare una reazione infiammatoria

Agobiopsia = prelievo di un campione di cellule per mezzo di un ago

Agobiopsia per aspirazione = tecnica utilizzata per prelevare un campione di cellule

Agobiopsia transtoracica = procedura in cui un ago è inserito, attraverso la parete toracica, nella massa di un tumore del polmone (o altra lesione) allo scopo di prelevare un campione di tessuto

Agonista = farmaco che innesca l’azione di una cellula o di una sostanza

Albero bronchiale = il sistema delle diramazioni delle vie aeree nei polmoni

Alcalodi della vinca = una categoria di farmaci anticancro

Alcaloidi = categoria di farmaci utilizzati per la chemioterapia; alcuni alcaloidi della vinca possono uccidere le cellule del cancro; vengono anche definiti agenti alchilanti

Alimentazione per via parenterale = somministrazione delle sostanze nutritive direttamente nel sangue

Alopecia = perdita dei capelli e dei peli del corpo; può essere un effetto collaterale della terapia contro il cancro

Alterazione del gusto = modifica temporanea nel modo di avvertire i sapori che può essere un effetto collaterale della chemioterapia, della malattia stessa o della radioterapia

Alveoli = microscopiche sacche d’aria che si trovano al termine delle ramificazioni più piccole dell’albero bronchiale; l’ossigeno passa nel sangue e l’anidride carbonica passa nei polmoni per essere rilasciata attraverso gli alveoli

Analgesico = farmaco che allevia il dolore

Analisi diagnostica dettagliata iniziale = nel trattamento del cancro, consiste nelle prove e nelle procedure realizzate prima della terapia per determinare lo stato di salute generale ed effettuare la stadiazione della malattia

Analogo (di) = prodotto che assomiglia molto ad un altro dal punto di visto della struttura chimica primaria

Anemia = condizione in cui la concentrazione di emoglobina nel sangue è anormalmente bassa (molto spesso anche il numero dei globuli rossi è diminuito)

Anestetico = farmaco utilizzato per eliminare la sensazione di dolore

Angiogenesi = processo di crescita di nuovi vasi sanguigni

Anoressia = diminuzione dell’appetito e/o avversione nei confronti del cibo

Antiangiogenesi = inibizione della crescita di nuovi vasi sanguigni (in un tumore); nel nostro corpo sono presenti dei composti che stimolano la formazione di nuovi vasi sanguigni e che sono bloccati dalle sostanze antiangiogenetiche; un certo numero di composti antiangiogenici sono attualmente oggetto di trials clinici e potrebbero diventare dei mezzi per stabilizzare o inibire la crescita del tumore

Antibiotico = farmaco che elimina o riduce la crescita dei batteri

Anticoagulante = farmaco che previene la formazione o la crescita di grumi di sangue (coaguli)

Anticorpi = proteine prodotte da cellule del sistema immunitario che si legano a siti specifici delle cellule per identificarle affinché siano distrutte dal sistema immunitario

Anticorpo anti-CEA = anticorpo che riconosce ed attacca l’antigene carcinoembrionario (CEA), una proteina presente in alcuni tipi di cellule tumorali

Anticorpo monoclonale = anticorpo creato artificialmente per combattere uno specifico antigene

Antiemetico = farmaco che riduce o previene nausea e vomito

Antigene = sostanza che stimola la produzione di anticorpi

Antigene carcinoembrionario (CEA) = sostanza che si presenta in quantità lievemente elevate nel sangue di fumatori e, spesso, molto elevate nelle persone con cancro del polmone, del colon, della vescica e dello stomaco; un marcatore non specifico della cellula tumorale epiteliale

Aorta = grande arteria che trasporta tutto il sangue ricco di ossigeno proveniente dal cuore a tutto il corpo, attraverso i vasi sanguigni più piccoli del sistema circolatorio

Apice (del polmone) = la parte superiore del polmone che occupa, nel torace, lo spazio al di sotto della clavicola

Apoptosi = una serie di reazioni in una cellula che la portano ad una normale morte

Apparato digerente = apparato che suddivide gli alimenti ingeriti nelle loro componenti essenziali, utilizzate per la produzione di energia e per la sintesi proteica; l’apparato digerente include lo stomaco, il piccolo intestino ed il grande intestino; anche il fegato ed il pancreas sono coinvolti nei processi di digestione

Arteria = grande vaso sanguigno che porta sangue ricco di ossigeno ai tessuti del corpo

Arteria polmonare = il grande vaso sanguigno che porta il sangue povero di ossigeno dal cuore destro ai polmoni

Arteriola = vaso intermedio in ordine di grandezza che porta sangue ricco di ossigeno ai tessuti del corpo

Asintomatico = che non presenta evidenti segni o sintomi di malattia Astenia = debolezza Atelettasia = minore riempimento d’aria di una zona del polmone

Atipico = anormale o non consueto

Atrio destro = la camera del cuore umano che riceve per prima il sangue povero di ossigeno dal corpo

Atrio sinistro = la camera del cuore umano che riceve sangue ossigenato dai polmoni

B

Base (del polmone) = la porzione più larga e più bassa del polmone che poggia sul diaframma Benigno = in oncologia, un tumore non maligno

Biomarkers = sostanze la cui presenza in eccesso viene a volte rilevata nel sangue, in altri fluidi corporei o nei tessuti e che possono indicare la presenza di alcuni tipi di cancro; fra i biomarkers ci sono il CA 125 (tumore dell’ovaio), il CA15-3 (tumore della mammella), il CEA ed il TPA (tumori dell’ovaio, polmone, mammella, pancreas e del tratto gastro-intestinale), il PSA (tumore della prostata)

Biopsia = rimozione di un frammento di tessuto per permettere ad un patologo di analizzarlo

Biopsia chirurgica = rimozione chirurgica di un campione di tessuto per l’analisi

Biopsia per aspirazione = prelievo di un campione di cellule per mezzo di un ago

Braccio di controllo = il gruppo di persone in una sperimentazione clinica che riceve il trattamento standard o un placebo

Braccio di trattamento sperimentale = il gruppo di persone in una sperimentazione clinica che riceve il trattamento sperimentale che è in fase di studio

Brachiterapia = tecnica radioterapica in cui la sorgente radioattiva è inserita all’interno del corpo

Brachiterapia intraoperatoria = consiste nel posizionamento di piccoli semi radioattivi in luoghi specifici nel torace durante il trattamento chirurgico del cancro del polmone

Bronchi = condotti respiratori

Bronchi lobari = le grandi vie aeree che trasportano aria ai singoli lobi dei polmoni

Bronchi segmentari = vie aeree di taglia intermedia in cui viene trasportata aria dentro e fuori dai segmenti polmonari

Bronchioli = condotti molto piccoli senza cartilagine che costituiscono il tratto finale di un bronco

Bronchioli terminali = le più piccole vie aeree dei polmoni che conducono agli alveoli

Bronchite cronica = condizione infiammatoria persistente delle vie aeree; associata al fumo e spesso accompagnata da una ridotta funzione polmonare

Bronco principale = uno dei due condotti respiratori che partono dalla trachea; ciascun bronco conduce ad un polmone

Broncoscopia = procedura che comporta l’inserimento di un tubo piccolo e flessibile, chiamato broncoscopio, nelle vie aeree più grandi dei polmoni; il broncoscopio permette al medico di vedere l’interno delle vie aeree e prelevare campioni di tessuto

Broncoscopio = lo strumento ottico che può essere inserito attraverso il naso o la bocca nei grandi condotti respiratori per verificare che non vi siano tracce di cancro

Broncoscopio a fibre ottiche = strumento costituito da un fascio flessibile di fibre ottiche che trasmette la luce su tutta la loro lunghezza; permette una migliore visibilità dei canali respiratori rispetto al broncoscopio tradizionale

C

Cachessia = grave perdita di peso che coinvolge non solo i tessuti grassi ma anche tessuti non grassi come osso e muscolo; la cachessia è accompagnata di solito dalla perdita di appetito e da debolezza

Caloria = unità di misura che indica il contenuto energetico del cibo

Campo d’irradiazione = in radioterapia è l’area corporea che riceve la radiazione; i tessuti normali possono essere inclusi nel campo d’irradiazione; viene anche chiamato “porta” radioterapica

Cancerogeno = aggettivo che descrive la capacità di provocare il cancro

Cancro = gruppo di oltre 100 malattie caratterizzate dalla crescita incontrollata e dalla successiva diffusione di cellule maligne

Cancro broncogeno = altro termine usato per indicare il cancro del polmone

Cancro invasivo = cancro che si è diffuso oltre i confini del sito in cui ha avuto origine e che sta crescendo nei tessuti sani circostanti; si definisce anche tumore infiltrante

Cancro localizzato = cancro ancora circoscritto alla zona di origine

Cancro localmente avanzato = cancro che si è diffuso solamente ai tessuti e ai linfonodi circostanti

Cancro metastatico = indica un cancro che dal sito di origine si è esteso ad organi o linfonodi distanti

Cancro recidivante = cancro che si è ripresentato dopo la terapia; può ripresentarsi nel sito di origine o in un’altra parte del corpo

Cancro refrattario = cancro che non risponde o cessa di rispondere alle cure (di solito, alla chemioterapia)

Candidosi delle mucose orali = iperproduzione schiumosa biancastra che ricopre le mucose, specialmente la bocca o la gola; può presentarsi in persone sottoposte a chemioterapia o a radioterapia in regione cefalica

Capillari = i vasi più piccoli del sistema circolatorio

Carboidrati complessi = sostanze alimentari composte da zuccheri complessi (i carboidrati) fra i quali il pane, la pasta, il grano, i fagioli ed altri cibi

Carcinogenesi = processo di sviluppo di un tumore

Carcinogeno = che stimola o provoca il cancro

Carcinoma = forma di cancro che si sviluppa nei tessuti che ricoprono le superfici esterne o interne di organi come il polmone; sinonimo di cancro

Carcinoma a cellule a “chicco d’avena” = un altro nome per indicare il carcinoma polmonare a piccole cellule o microcitoma

Carcinoma a cellule alveolari = un tipo di adenocarcinoma o carcinoma polmonare non a piccole cellule che cresce lentamente, può insorgere in più zone del polmone contemporaneamente, origina dalle cellule che rivestono gli alveoli

Carcinoma a cellule d’avena = altro termine usato per indicare il carcinoma del polmone a piccole cellule o CPPC

Carcinoma a cellule squamose = è uno dei sottotipi di carcinoma polmonare non a piccole cellule; detto anche carcinoma spinocellulare o epidermoidale

Carcinoma a grandi cellule = sottotipo del carcinoma polmonare non a piccole cellule; le cellule sono grandi e non somigliano alle cellule della pelle o delle ghiandole

Carcinoma bronchiale = cancro del polmone

Carcinoma broncogeno = sinonimo di cancro del polmone e cancro broncogeno

Carcinoma epidermoidale = detto anche “a cellule squamose” o “spinocellulare”, uno dei sottotipi di carcinoma polmonare non a piccole cellule

Carcinoma epidermoide = altro termine per il carcinoma a cellule squamose; una forma di carcinoma polmonare non a piccole cellule

Carcinoma in situ = cancro in fase iniziale, quando la malattia è confinata alle mucosa dei tessuti da cui ha avuto origine

Carcinoma polmonare a piccole cellule = una delle due categorie principali di tumore del polmone; può anche essere chiamato carcinoma con cellule a chicco d’avena o microcitoma

Carcinoma polmonare non a piccole cellule = uno delle due categorie principali di tumore del polmone; si suddivide nei tre sottotipi principali di adenocarcinoma, carcinoma a cellule squamose o epidermoidale, e carcinoma a grandi cellule

Carcinoma polmonare non a piccole cellule in stadio I = cancro presente nel solo polmone di origine e che non si è diffuso; lo stadio I si suddivide ulteriormente in stadio Ia e Ib e normalmente è operabile

Carcinoma polmonare non a piccole cellule in stadio II = cancro che dal polmone si è esteso ai vicini linfonodi; lo stadio II si suddivide ulteriormente in stadio IIa e IIb e normalmente è operabile

Carcinoma polmonare non a piccole cellule in stadio III = cancro che si è esteso alle strutture circostanti e ai linfonodi; lo stadio III si suddivide ulteriormente in stadio IIIa (può essere operabile) e IIIb (non è operabile)

Carcinoma polmonare non a piccole cellule in stadio IV = cancro che si è esteso ad altre zone del corpo oltre il polmone d’origine; non è operabile

Carena = l’area dove la trachea si divide nei bronchi principali destro e sinistro Carico tumorale = quantità di cellule cancerose presenti nel corpo

Carina = carena in latino: altro modo per indicare l’area dove la trachea si divide nei bronchi principali destro e sinistro

Catetere = tubo flessibile che si inserisce nel corpo per trasportare liquidi all’interno o all’esterno del corpo stesso

Catetere venoso centrale = catetere speciale che viene inserito in una grande vena; viene lasciato in posizione anche per settimane e serve a iniettare sostanze medicamentose nel sangue o per prelevare campioni sangue per esami di laboratorio

Catetere venoso sottocutaneo = catetere inserito in vena per la somministrazione frequente di medicinali e liquidi nel corso di un certo periodo di tempo

Cellula = unità costitutiva di base di qualunque tessuto vivo; è costituita da un nucleo (il “cervello” della cellula) circondato da citoplasma e dalla parete cellulare che avvolge il citoplasma.

Cellula cancerosa = cellula che si divide e riproduce in maniera anormale Cellula indifferenziata = cellula carente di una specifica struttura e funzione

Cellule del sangue = sono di tre tipi (globuli rossi, globuli bianchi e piastrine) e vengono tutte prodotte dal midollo osseo

Cellule epiteliali = tipo di cellule che tappezzano la pelle e rivestono gli organi interni; il tipo di cellula che riveste le vie aeree dei polmoni, da cui nasce sia il CPPC che il CPNPC Cellule figlie = le due cellule che risultano dalla divisione di una cellula; in condizioni normali le cellule figlie sono copie esatte della cellula originale

Cellule neuroendocrine = cellule nervose specializzate, presenti in tutto il corpo, che secernono nel torrente circolatorio ormoni che raggiungono le cellule bersaglio dove esplicano i loro effetti: sono le cellule che danno origine ai tumori carcinoidi

c-erB-2 = gene che controlla la crescita delle cellule producendo il recettore-2 per il fattore di crescita dell’epidermide umana; è anche noto con il nome di HER2/neu

Chemioprevenzione = l’utilizzo di sostanze specifiche capaci di sopprimere o prevenire il cancro

Chemioprotettivo = agenti che proteggono i tessuti sani dagli effetti tossici generati dai farmaci chemioterapici

Chemiosensibilizzante = farmaco che rende le cellule tumorali più sensibili agli effetti della chemioterapia Chemioterapia = trattamento con uno o più farmaci, utilizzato per combattere il cancro

Chemioterapia adjuvante = utilizzo di farmaci anticancro dopo l’operazione chirurgica, nei pazienti il cui cancro rischia di ripresentarsi

Chemioterapia combinata = chemioterapia che prevede l’impiego di due o più farmaci anti-cancro associati fra loro

Chemioterapia di induzione = terapia farmacologica (chemioterapia) somministrata come trattamento iniziale, seguita dal trattamento definitivo

Chemonaïve = termine inglese che definisce le persone che non hanno ricevuto alcun trattamento chemioterapico precedente

Cheratina = sostanza prodotta da alcuni tipi di cellule epiteliali; è la principale sostanza di cui sono costituiti i capelli e le unghie

Chirurgia radiologica = anche nota come radiochirurgia e irradiazione esterna stereotattica; un tipo di terapia che in cui si somministra una singola alta dose di radiazioni direttamente sul tumore, risparmiando i tessuti sani circostanti dagli effetti negativi dell’irradiazione

Chirurgo = medico che cura le malattie o le ferite per mezzo di un’operazione Chirurgo toracico = medico specializzato nella chirurgia del torace

Ciclo di trattamento = in chemioterapia, l’intervallo in cui sono ripetuti gli stessi farmaci

Ciglia bronchiali = sottilissimi peli situati sulla superficie dei bronchi che continuamente sollevano il muco e lo spazzano fuori dai polmoni, aiutandoli a mantenersi puliti

Ciotologia dell’espettorato = analisi delle cellule dell’espettorato, normalmente effettuata per verificare se sono presenti cellule tumorali

Citochine = proteine presenti naturalmente nel corpo umano, che si comportano come messaggeri e modulatori del sistema immunitario

Citologia = studio delle cellule, della loro origine, struttura, funzione e patologia Coinvolgimento locale = la diffusione del cancro dal suo sito di origine alle aree immediatamente circostanti

Coltura di tessuti = tecnica o processo che consente il mantenimento in vita e la crescita dei tessuti in laboratorio

Complicazioni = sintomi o problemi imprevisti risultanti dalla terapia, ad esempio in seguito ad intervento chirurgico o chemioterapia

Composti antiangiogenici = sostanze che rallentano o impediscono la crescita di nuovi vasi sanguigni (angiogenesi)

Compressione del midollo spinale = ogni condizione che determina una pressione sul midollo spinale; in presenza di cancro, vi sono di solito danni da metastasi ad una o più vertebre con conseguente deformità o crollo dell’osso e relativa compressione sul midollo spinale

Concomitante = quando due trattamenti, come la chemioterapia e la radioterapia, sono somministrati allo stesso tempo invece che uno dopo l’altro

Consenso informato = procedura richiesta dalla legge per garantire ai pazienti di essere informati sui potenziali rischi e benefici di una certa terapia, prima che venga loro somministrata; si tratta di un procedura standard applicata da tutte le strutture sanitarie, sia private che pubbliche, e che prevede la firma di un modulo

Contenuto dei gas respiratori nel sangue arterioso = una misurazione utilizzata per determinare l’efficacia della respirazione

Cortisolo = ormone prodotto dalle ghiandole surrenali; elevato nella sindrome paraneoplastica di Cushing

Crioablazione = l’uso di temperature molto fredde per uccidere il tessuto canceroso con minimi danni ai tessuti sani circostanti

Cromosomi = la parte della cellula che contiene le informazioni genetiche; le cellule umane hanno 46 cromosomi (23 paia)

Cronico = che dura a lungo o è caratterizzato da ricorrenze frequenti

Cura di supporto = trattamento od intervento finalizzato ad eliminare o ridurre i sintomi che interferiscono con la qualità della vita, durante il trattamento per il cancro del polmone

Cura palliativa = vedere terapia palliativa

D

Diaframma = membrana muscolare che separa il torace dalla cavità addominale; un muscolo importante che facilita l’immissione di aria nel polmone durante l’inspirazione

Diagnosi = processo di identificazione di una malattia per mezzo dei suoi segni distintivi, dei sintomi e dei risultati degli esami di laboratorio, strumentali e bioptici

Diagnosi assistita da computer = processo che sfrutta l’uso del computer per facilitare la lettura delle immagini radiografiche digitali con lo scopo di migliorare l’accuratezza e la riproducibilità

Differenziazione della cellula = il processo di maturazione delle cellule in base al quale queste si specializzano per compiere funzioni specifiche; quando le cellule sono differenziate assumono l’aspetto di cellule mature

Disfagia = difficoltà ad ingoiare Displasia = aspetto anomalo delle cellule dei tessuti rilevabile tramite microscopio

Dispnea = sensazione di respirazione difficile o insufficiente, fame d’aria

Dissezione dei linfonodi mediastinici = rimozione di quasi tutti i linfonodi nel mediastino durante la resezione chirurgica del cancro

Dita a martello (Ippocratismo digitale) = arrotondamento della punta delle dita della mano e qualche volta delle dita del piede; può essere un sintomo di cancro del polmone, ma è associato anche ad altre condizioni morbose

DNA (acido desossiribonucleico) = molecola, contenuta nel nucleo di ogni cellula, che contiene e controlla e trasmette tutte le informazioni genetiche

Dolore pleuritico = dolore acuto che si presenta respirando; accade quando un cancro del polmone coinvolge il rivestimento esterno del polmone chiamato pleura; si può anche presentare in altre condizioni

Dose in bolo singolo = singola dose di un farmaco

Dosimetrista = persona che si occupa di progettare e calcolare l’adeguata dose di radiazioni per la radioterapia

E

Ecografia = tecnica di imaging che sfrutta onde sonore con frequenze particolari per visualizzare gli organi interni

Edema = gonfiare del tessuto molle causato da un accumulo anomalo di liquido

Edema polmonare = accumulo di liquido nel polmone

Effetti collaterali dose dipendenti = gravi effetti collaterali che possono essere potenzialmente rischiosi per la vita e rendere necessario modificare gli schemi di trattamento; in casi estremi, può essere inevitabile interrompere il trattamento

Effetto collaterale = effetto secondario generato dalla terapia contro il cancro

Effetto collaterale negativo = previsto effetto sfavorevole dell’organismo alla terapia (come l’abbassarsi dei valori del sangue)

Ematocrito = volume ematico percentuale dovuto esclusivamente ai globuli rossi presenti in un campione di sangue

Ematologia = studio del sangue, degli organi che lo producono e delle malattie che lo colpiscono

Ematologo = medico specializzato nella cura delle malattie del sangue

Emoftoe = emissione di sangue con la tosse o presenza di catarro striato di sangue

Emoglobina = proteina colorata in rosso, presente nei globuli rossi, che lega il ferro e che trasporta ossigeno ai tessuti

Emottisi = sinonimo di emoftoe: tossire sangue o espellere catarro con striature di sangue

Empatia = comprendere ciò che prova una persona ricordando o immaginando come si sta in una simile situazione

Endoscopio = uno strumento rigido che è inserito chirurgicamente nel corpo per visualizzarne le strutture e gli organi interni

Endovenoso = termine usato, in genere, con riferimento alla somministrazione di liquidi o farmaci attraverso le vene

Enfisema = malattia nella quale gli alveoli polmonari perdono la loro elasticità con conseguente perdita della capacità di respirazione

Epidemiologia = studio delle cause, della distribuzione e dell’andamento nel tempo della malattia nella popolazione

Epitelio = involucro, rivestimento; quando un cancro colpisce l’epitelio viene detto carcinoma

Equilibrio energetico negativo = condizione in cui il corpo sta utilizzando più energia di quella che ha assorbito; un calo ponderale non intenzionale è un sintomo di equilibrio energetico negativo Ereditarietà = trasmissione di informazioni genetiche codificate dal genitore alla prole

Eritema = arrossamento della pelle

Eritrocita = globulo rosso, trasporta ossigeno ed anidride carbonica

Eritropoietina = ormone prodotto dai reni che incentiva la produzione di globuli rossi Esalare = espirare Esame citologico dell’espettorato = esame dello sputo che serve a cercare cellule anormali provenienti dalle vie aeree

Esame emocromocitometrico = analisi di routine che rileva la concentrazione di globuli rossi, globuli bianchi e piastrine nel campione di sangue prelevato

Esami preclinici = test su nuovi farmaci o trattamenti che hanno luogo prima che inizi la fase di valutazione sull’uomo; esami che sono realizzati prima che la sperimentazione clinica abbia inizio; può consistere in test di laboratorio su colture di cellule cancerose, in test su animali ed altri tipi di valutazione

Esofagite = infiammazione dell’esofago; è un possibile effetto collaterale del trattamento radioterapico del torace; può provocare difficoltà a deglutire e a mangiare

Esofago = struttura tubulare che porta il cibo dalla bocca allo stomaco

Espettorante = medicina che aiuta l’individuo a espellere le secrezioni presenti nei polmoni Espettorato = fluido denso e viscido secreto dalle vie aeree; anche noto come catarro

F

Faringe = l’area dietro al naso e alla bocca che conduce alla trachea (per l’aria) e all’esofago (per il cibo); nel pensiero comune è l’area della gola

Farmaci citotossici = farmaci dannosi o mortali per le cellule; qualche volta questa terminologia è usata alternativamente alla parola chemioterapia

Fatica = un persistente ed opprimente senso di stanchezza

Fattore di crescita = proteina che promuove la produzione di cellule

Fattore di rischio = un qualunque fattore che aumenti le probabilità di una persona di contrarre il cancro (ad esempio, fumare)

Fattore stimolante le colonie (CSF) = trattamento impiegato per stimolare la produzione da parte del midollo osseo di particolari globuli bianchi

Fattori di crescita ematopoietici = sostanze che incentivano la produzione da parte del midollo osseo di elementi del sangue come globuli rossi, globuli bianchi e piastrine

FDA (Food and Drug Administraion) = è l’agenzia governativa che negli Stati Uniti è incaricata di esaminare e approvare tutti gli studi clinici aventi per oggetto farmaci o altri trattamenti sperimentali, prodotti per la prevenzione o la cura del cancro e di tutte le altre malattie

Fibrosi = formazione di tessuto duro per reazione infiammatoria o in seguito a processo di riparazione; può verificarsi in seguito alla terapia e/o alla malattia

Fibrosi da radiazione = formazione di tessuto cicatriziale come risultato della radioterapia

Fluoroscopia = una tecnica radiografica in cui le immagini sono proiettate su uno schermo fluorescente

Fluoroscopio = strumento utilizzato per osservare la struttura interna di organi opachi per mezzo di raggi X

Follow-up = controlli regolari per verificare se vi sono segni di cancro

Fotosensibilizzante = farmaco utilizzato nella terapia fotodinamica Frattura ossea patologica = interruzione ossea che non è associata ad un trauma o dovuta ad una caduta, ma è causata da un’anomalia nell’osso; la malattia metastatica ossea è una causa comune di queste fratture Frattura patologica = osso che si rompe a causa delle metastasi che lo colpiscono (o a causa di altre malattie)

Frazionamento = suddivisione del dosaggio complessivo della radioterapia in numerose piccole dosi tutte uguali, da applicare nel corso di un periodo di svariati giorni

Frazione = dose di radiazione somministrata in una singola seduta radioterapica; parte della dose totale

Funzione immunitaria = complesso di attività di alcune cellule del sangue, specializzate nel combattere le infezioni e tutte le sostanze estranee introdottesi nell’organismo

G

Gene = porzione di DNA che codifica per uno specifico carattere ereditario

Gene oncosoppressore = gene che può prevenire o può rendere impossibile lo sviluppo di un cancro

Genoma = informazione genetica completa di una specie

Globulo bianco = termine che indica una gamma di cellule del sangue che appartengono al sistema immunitario e che combatto infezioni, producono anticorpi, attaccano e distruggono le cellule cancerose presenti nell’organismo

Globulo rosso = cellula del sangue che trasporta ossigeno ed anidride carbonica

Glucocorticoidi = ormoni prodotti dalle ghiandole surrenali; si può avere un livello elevato di questi ormoni nella sindrome paraneoplastica di Cushing

Granulociti = termine riferito a globuli bianchi con aspetto granulare; sono importanti nella lotta alle infezioni batteriche

Granulocitopenia = numero anormalmente basso di granulociti nel torrente sanguigno; è uno dei problemi associati alla mielosoppressione causata dalla chemioterapia

Gruppo cooperativo = gruppo di medici e/o di ospedali che collabora al fine di somministrare, con le stesse modalità, una terapia sperimentale ad un grande numero di pazienti, in modo che questa possa essere valutata velocemente; i trials clinici che studiano nuove terapie contro il cancro richiedono l’impiego di un numero di pazienti molto superiore a quello di cui si può prendere cura un solo medico o un solo ospedale

Gruppo di aiuto = gruppo di individui, spesso formati sulla base di una comune area problematica, che si incontrano regolarmente per offrirsi sostegno a vicenda Guarigione = termine utilizzato quando l’organismo non presenta alcun segno della malattia ed è trascorso un periodo di tempo tale da ridurre al minimo le possibilità di ricaduta

H

HER2/neu = gene che controlla la crescita delle cellule producendo il recettore-2, responsabile della crescita dell’epidermide umana; è anche noto con il nome di c-erbB-2

I

Idrocortisone = farmaco utilizzato per alleviare i sintomi provocati da specifiche carenze ormonali o per arrestare una risposta immunitaria o ridurre i sintomi di infiammazione

Ilo = depressione centrale, presente sulla superficie interna del polmone, nel punto in cui vi si inseriscono i bronchi, i vasi sanguigni e i nervi

Immagine tridimensionale = di un tumore, immagine generata dal computer che ne mostra la profondità, la larghezza e l’altezza

Immunoconiugati = anticorpi monoclonali cui sono legati farmaci chemioterapici Immunologia = studio delle difese naturali dell’organismo che si attua mediante il sistema immunitario

Immunoterapia = termine generico che si riferisce ad una varietà di modi con cui il sistema immunitario può essere sfruttato per combattere il cancro

Immunotossine = anticorpi monoclonali che hanno una tossina (sostanza in grado di distruggere una cellula) legata ad essi; agenti immunoterapeutici usati per trattare il cancro

In situ = in loco, localizzato e confinato in una specifica area; uno stadio molto iniziale di cancro

In vitro = in laboratorio (separatamente dal corpo); è l’opposto di in vivo (nel corpo)

In vivo = nel corpo Inalare = inspirare Incidenza = numero di nuovi casi di una data malattia che occorrono in un dato periodo di tempo

Incisione = taglio, termine utilizzato in genere con riferimento ad un’incisione chirurgica Infezione = invasione e moltiplicazione, all’interno del nostro corpo, di microrganismi che inducono malattie

Infusione continua = lenta introduzione di un fluido, tramite vena o arteria, che può durare ore o giorni Inibitori della matrice intercellulare

Metalloproteasi = sono proteine naturalmente prodotte dal nostro corpo che facilitano lo sviluppo dei nuovi vasi sanguigni. Gli inibitori delle metalloproteasi inibirebbero lo sviluppo di vasi che nutrono il tumore, provocando la riduzione ed infine la morte di quest’ultimo; si tratta di sostanze attualmente studiate nell’ambito di trials clinici

Inibitori della topoisomerasi = una classe di sostanze che hanno attività chemioterapeutica

Inibitori delle metalloproteasi (MMPI) = farmaci che rendono impraticabile l’azione delle metalloproteasi (MMP)

Iniezione = impiego di una siringa e di un ago per la somministrare dei farmaci

Insufficienza cardiaca congestizia = debolezza del muscolo cardiaco in seguito alla quale i liquidi ristagnano nei tessuti dell’organismo; normalmente è causata da una malattia del cuore ma può anche essere dovuta ad altri fattori come la terapia anti-cancro Integratori = sostanze nutrienti aggiunte alla dieta

Intensità di dose = potenza del trattamento somministrato in un dato periodo di tempo Intento curativo = terapia usata per tentare di guarire la malattia

Interpersonale = che avviene fra persone Intervallo di confidenza = termine statistico; serie di valori in cui è ragionevolmente contenuto il vero valore

Intratoracico = all’interno della cavità del torace Iodio radioattivo = spesso utilizzato per la diagnosi o come trattamento in alcune forme di cancro; lo iodio radioattivo è la forma radioattiva dell’elemento iodio

Iperalimentazione = supporto nutrizionale somministrato in vena

Ipercalcemia = concentrazione eccezionalmente elevate di calcio nel sangue

Iperfrazionamento = terapia radioterapica somministrata due o tre volte il giorno per un periodo di giorni o settimane

Iperfrazionamento accelerato = programma di trattamento radioterapico che comporta due o tre sedute il giorno per una durata totale minore rispetto al trattamento standard

L

Laringe = scatola che produce la voce, è situata alla sommità della trachea Lattasi = enzima digestivo che rompe gli zuccheri presenti nel latte

Lavaggi bronchiali = procedimento in cui del liquido è immesso e poi rimosso dalle vie aeree durante una broncoscopia; il liquido può essere mandato in laboratorio per controllare l’eventuale presenza di cellule cancerose

Lesione = termine non specifico per indicare un’area anomala

Lesioni premaligne = mutazioni delle cellule, in fase iniziale, che successivamente possono trasformarsi in cancro

leucocita = anche noto come globulo bianco Leucocitosi = condizione in cui vi è un livello anormalmente alto di globuli bianchi

Leucopenia = condizione in cui vi è un livello anormalmente basso di globuli bianchi; è uno degli effetti della mielosoppressione dei farmaci utilizzati in chemioterapia

Linfa = il liquido che circola attraverso i vasi linfatici; composto di liquido extracellulare, proteine e cellule del sistema immunitario

Linfocita = tipo di globulo bianco che combatte i virus e altre sostanze estranee

Linfonodi = agglomerato compatto di cellule del sistema immunitario, principalmente linfociti; strutture del sistema linfatico che filtrano particelle estranee come virus, batteri e cellule cancerose

Linfonodi controlaterali = nel cancro del polmone, i linfonodi sul lato del torace opposto a quello del tumore primario Linfonodi ilari = i linfonodi presenti nell’area del polmone dove entra il bronco principale

Linfonodi mediastinici = linfonodi presenti nel mediastino, al centro del torace

Linfonodi omolaterali = nel cancro del polmone, sono i linfonodi regionali posti sullo stesso lato del torace contenente il tumore primario

Linfonodi regionali = termine che si riferisce ai linfonodi che ricevono la linfa da un’area o regione specifica del corpo; ogni area del corpo ha i propri linfonodi regionali

Linfonodi sopraclaveari = linfonodi appena sopra le clavicole

Linfonodo = agglomerato compatto di cellule immunitarie, principalmente linfociti; sono le strutture nel sistema linfatico che bloccano le particelle estranee come virus, batteri e cellule cancerose

Linfonodi ascellari = linfonodi collocati nella zona dell’ascella

Lobectomia = rimozione chirurgica di un solo lobo del polmone; è la principale procedura chirurgica utilizzata per trattare i tumori del polmone

Lobo (del polmone) = sezione dei polmoni; il polmone destro ha tre lobi ed il sinistro due lobi Lobectomia = rimozione chirurgica di un lobo del polmone

M

Macrofago = tipo di globulo bianco che combatte i batteri ed i corpi estranei

Malattia misurabile = misurazione accurata delle dimensioni di un tumore; variazioni nella malattia misurabile segnalano la risposta (o la mancanza di risposta) alla terapia

Malattia polmonare ostruttiva cronica = persistente alterazione strutturale progressiva del polmone caratterizzata da infiammazione delle vie aeree, perdita di alveoli e diminuzione della funzionalità polmonare; spesso associata al fumo

Malattia progressiva = cancro che sta crescendo e/o si sta diffondendo Malattia sistemica = malattia che interessa tutto il corpo anziché un solo organo

Malattia stabile = cancro che non sta crescendo e non si sta riducendo

Malattia valutabile = malattia la cui estensione non è misurabile ma che può essere valutata tramite altri metodi stabiliti per quel dato studio clinico

Maligno = un termine assegnato alle cellule cancerose o ai tumori da queste formati; le cellule maligne hanno processi di crescita incontrollata e possono invadere tessuti vicini o diffondersi nel corpo in siti distanti dal tumore originale

Marcatore tumorale = sostanza che è presente nel sangue solamente quando vi è un cancro, o è presente in quantità molto elevata

Marker tumorale = sinonimo di marcatore tumorale; proteine o altre sostanze che, se presenti nel sangue, indicano la presenza di tumore in qualche parte del corpo

Massa = tumore che potrebbe essere sia maligno che benigno

Massa corporea magra = rappresentata dai tessuti magri del corpo, fra cui muscoli ed ossa

Meccanismi omeostatici = processi di autoregolazione che mantengono le sostanze del corpo in normale equilibrio

Media = termine statistico che indica il valore medio in un gruppo di misurazioni

Mediana = termine statistico che indica il valore centrale in un gruppo di misurazioni

Mediastino = l’area nel centro del torace tra i polmoni; contiene i vasi cardiaci ed i grandi vasi sanguigni che entrano ed escono dai polmoni, il cuore, la trachea, l’esofago e molti linfonodi; i linfonodi del mediastino sono spesso controllati nel processo di stadiazione per il cancro del polmone

Mediastinoscopia = procedura chirurgica con cui un endoscopio è inserito nel mediastino per visualizzarne le strutture e prelevare campioni bioptici dai linfonodi mediastinici; procedura ordinaria nella stadiazione del cancro del polmone Medico oncologo = medico specializzato nel trattamento non chirurgico del cancro del polmone

Mesotelioma maligno = tumore maligno che ha origine nel rivestimento dei polmoni; il mesotelioma è stato collegato all’esposizione all’amianto

Metabolismo = la risultante dei processi chimici che avvengono all’interno di una cellula o di tutto l’organismo; processi che utilizzano e producono; include la rottura e la costituzione di elementi base indispensabili per i processi vitali dell’organismo

Metalloproteasi (MMP) = gruppo d’enzimi, naturalmente presenti nell’organismo, che aiutano a distruggere le strutture tra le cellule per fare spazio alla crescita di tessuto nuovo e sano

Metaplasia = trasformazione delle cellule da uno stato normale ad uno anormale, ma non ancora maligno

Metastasi / metastatizzare = il processo per mezzo del quale le cellule del cancro si distaccano dal tumore originale e raggiungono siti distanti in cui incominciano a proliferare in nuovi tumori

Metastasi ossee = cellule tumorali che, staccandosi dal tumore di origine (primario), si sono impiantate e crescono sulle ossa

Metastasi polmonari = cellule tumorali che, staccandosi dal tumore originario (primario), hanno invaso il restante polmone

Microcitoma = altro nome per designare il carcinoma polmonare a piccole cellule, detto anche carcinoma a cellule a chicco d’avena

Microcitoma, malattia estesa = carcinoma polmonare a piccole cellule che risulta essersi già propagato dal polmone agli altri organi del torace o in altre parti del corpo

Microcitoma, malattia limitata = il tumore è presente solo in un polmone e nei linfonodi adiacenti

Micrometastasi = cellule cancerose che si sono diffuse dal tumore originale alle altre parti del corpo, ma sono ancora in numero troppo esiguo per essere scoperte dalle attuali strumentazioni diagnostiche

Micrometastasi precoci = processo per il quale le cellule del cancro si distaccano precocemente dal tumore originale ed invadono siti distanti nel corpo; non diagnosticabili con la radiologia tradizionale e con le scansioni tomografiche poiché la crescita cancerosa non ha raggiunto una dimensione rilevabile

Microscopico = non visibile a occhio nudo senza l’ausilio di un microscopio Microscopio = strumento ottico che fornisce una visione fortemente ingrandita di soggetti molto piccoli

Midollo osseo = materiale spugnoso responsabile della produzione delle cellule del sangue; si trova all’interno delle ossa

Mielosoppressione = ridotta capacità del midollo osseo di produrre gli elementi figurati del sangue che includono i globuli rossi, i globuli bianchi e le piastrine; è un effetto collaterale comune della chemioterapia

Mitosi = metodo attraverso il quale una cellula che si divide trasmette tutti i propri cromosomi alle nuove cellule che si formeranno dalla sua divisione

Modalità = tipo di trattamento Modificatori della risposta biologica = farmaci utilizzati per stimolare o indurre uno o più funzioni del sistema immunitario

Mucina = fluido denso e sdrucciolevole prodotto dalle cellule dell’epitelio ghiandolare

Muco = fluido denso e sdrucciolevole prodotto dalle cellule dell’epitelio ghiandolare

Mucosite = infiammazione del tessuto di rivestimento interno della bocca, della gola e/o dell’esofago; può essere un effetto collaterale di molti trattamenti chemioterapici e/o radioterapici

Mughetto = un’infezione da fungo della cavità orale, cioè dell’interno della bocca; è detta anche candidosi delle mucose orali, dal nome del fungo in questione (Candida Albicans) mutazione = alterazione di un gene che può dare origine ad una malattia o al cattivo funzionamento dell’organismo

Mutazione = alcuni cambiamenti nel DNA di una cellula; certe mutazioni possono condurre al cancro

N

Nausea = un malessere che si esplica col vomito

Nebulizzatore = sistema di somministrazione di un medicinale Neoplasia = escrescenza maligna, tumore, cancro

Nervi periferici = la parte del sistema nervoso oltre il cervello ed il midollo spinale Neurologico = che interessa i nervi o il sistema nervoso

Neuropatia = cattivo funzionamento dei nervi che può essere provocato dalla chemioterapia; sono sintomi comuni la mancanza di sensibilità degli arti e la debolezza

Neuropatia periferica = condizione del sistema nervoso che provoca intirizzimento, formicolio, bruciore o debolezza; di solito si presenta inizialmente alle mani o ai piedi e può essere causato da alcuni farmaci antitumorali

Neurotossicità = tendenza di alcune terapie a provocare danni al sistema nervoso

Neutrofili = è un tipo di granulociti (globuli bianchi); sono importanti nella lotta alle infezioni batteriche

Neutropenia = consiste in un livello anormalmente basso nel sangue dei granulociti chiamati neutrofili; è un effetto collaterale comune della chemioterapia

Nodulo = piccola massa solida

Non resecabile = che non può essere asportato chirurgicamente

O

Oncogene = gene che permette o promuove la crescita incontrollata della cellula

Oncologia = scienza che studia lo sviluppo, la diagnosi, le terapie e la prevenzione dei tumori

Oncologo medico = medico specializzato nell’utilizzo della chemioterapia per curare il cancro

Oncologo radioterapista = medico specializzato nell’utilizzo della radioterapia per trattare il cancro

Oncologo toracico = medico oncologo specializzato nello studio, diagnosi e cura dei tumori del polmone

Oncosoppressori = geni che hanno la funzione di inibire o arrestare la crescita dei tumori; quando subiscono mutazioni possono venire inattivati e quindi i tumori sono liberi di formarsi e crescere

Ormone adrenocorticotropico (ACTH) = ormone normalmente prodotto da una piccola struttura nel cervello chiamate ghiandola pituitaria; l’ACTH agisce sulle ghiandole surrenali stimolandole a produrre ed a rilasciare ormoni steroidei chiamati glucocorticoidi; questo ormone è elevato nella sindrome paraneoplastica di Cushing

Ormone antidiuretico (ADH) = ormone rilasciato normalmente nel corpo da una piccola ghiandola nel cervello chiamata ghiandola pituitaria; l’ADH agisce sui reni per diminuire la perdita di liquidi da parte del corpo riducendo il volume di urina; è elevato nella sindrome paraneoplastica della secrezione impropria di ormone antidiuretico (SIADH)

Osservazione = osservare il paziente e somministrargli una terapia solo se i sintomi variano o peggiorano

Osteoartropatia ipertrofica = condizione in cui lo strato esterno delle ossa lunghe delle gambe e/o delle braccia si ipertrofizza provocando dolore e gonfiore alle caviglie, ai polsi ed alle ginocchia; può essere associata all’ippocratismo digitale; può essere un segnale del cancro del polmone ma può anche essere associato ad altre condizioni

P

p53 = gene oncosoppressore; è stato analizzato in molti soggetti malati di tumore polmonare e in molti di essi si presentava alterato (mutato)

Patologia = studio della natura della malattia e delle sue cause, processi, sviluppo e conseguenze

Patologo = medico specializzato nell’identificazione della malattia, mediante lo studio delle biopsie

Pelvi = è l’area del tronco circondata dalle anche che contiene gli organi sessuali, la vescica e la parte terminale dell’intestino

Performance status = misura di quanto una persona sia in grado di adempiere i compiti quotidiani ed eseguire normali attività

Personale sanitario = tutto il personale addetto alla cura del malato; include medici, infermieri, tecnici di radiologia e di laboratorio…

PET (tomografia ad emissione di positroni) = apparecchiatura diagnostica che produce immagini dettagliate dell’interno del corpo umano e delle sue funzioni metaboliche

Petecchie = macchie rosse sotto la pelle a forma di testa di spillo, appiattite, arrotondate, causate dal sanguinamento di piccoli vasi sanguigni nella pelle; possono essere osservate se si verifica un livello molto basso di piastrine

Pianificazione iniziale della terapia = documento legale che delinea le volontà del paziente in relazione al trattamento sanitario che desidera ricevere

Piastrina = cellula del sangue che aiuta a mantenere sotto controllo le emorragie, provocando la coagulazione del sangue; è anche definita trombocita

Placebo = sostanza inerte, come ad esempio una pillola di amido; può essere impiegato negli studi clinici per confrontare il trattamento sperimentale, quando non vi è un trattamento standard

Plasma = sostanza liquida contenuta nel sangue, nella linfa e nel liquido intercellulare nel quale sono sospese le cellule

Plasmacellula = cellula che produce anticorpi, ed è presente nel tessuto linfoide

Pleuorodesi = intervento curativo che provoca un’aderenza fra la pleura viscerale e la pleura parietale

Pleura = due sottili membrane, separate da un liquido, che rivestono rispettivamente i polmoni (pleura viscerale) e l’interno della cavità toracica (pleura parietale)

Pleura parietale = sierosa che riveste l’interno della parete toracica e che continua con la pleura viscerale; è la sede più comune del mesotelioma maligno

Pleura viscerale = sierosa che avvolge il polmone e che continua con la pleura parietale; è la sede più comune del mesotelioma maligno

Pleurodesi = procedura che serve a trattare il versamento pleurico e che comporta l’aspirazione del liquido pleurico e l’introduzione di una sostanza chiamata agente sclerosante nella cavità pleurica

Pneumectomia = rimozione chirurgica di un intero polmone

Pneumologo = medico specializzato nella cura delle malattie dei polmoni

Polmonite da radiazione = infiammazione del tessuto polmonare come risultato della radioterapia; provoca tosse, fiato corto, febbre e dolore; può evolvere in fibrosi da radiazioni

Porta o campo di irradiazione = il punto del corpo su cui direzionare il fascio di radiazioni durante la radioterapia

Prelievo di campioni dei linfonodi mediastinici = rimozioni multiple di linfonodi mediastinici a campione, durante la resezione chirurgica del cancro polmonare

Presentazione = è la combinazione dei sintomi e dei reperti clinici con cui un paziente giunge per la prima volta all’osservazione medica

Prevenzione = riduzione del rischio di cancro ottenuta eliminando o riducendo i contatti con agenti cancerogeni

Procedura diagnostica = metodo utilizzato per l’identificazione di una malattia

Procedure diagnostiche di imaging = metodi per la produzione di immagini delle aree interne del corpo; ne fanno parte i raggi X, la TAC, e la risonanza magnetica

Profilassi = tenere sotto controllo o prevenire una malattia Profilo degli effetti collaterali = elenco dei possibili effetti collaterali associati ad uno specifico farmaco

Prognosi = l’esito probabile o il decorso di una malattia; l’opportunità di guarigione o di ricaduta

Progressione = delle malattie e dei loro sintomi, il processo di diffusione o di peggioramento

Proliferazione cellulare = i processi di crescita e divisione della cellula che portano a nuove cellule; la proliferazione incontrollata della cellula è una delle caratteristiche delle cellule cancerose

Protezione di piombo = placca metallica attraverso la quale le radiazioni non penetrano; impiegata per proteggere i tessuti normali da eventuali danni provocati dalle radiazioni

Protocollo = piano di trattamento; in una sperimentazione clinica, è il programma che pianifica gli scopi, i modi e le motivazioni della sperimentazione stessa

Protocollo di ricerca = un piano terapeutico generale adottato da diversi ospedali per la cura di un tipo di cancro

Psico-oncologia = specialità della psicologia che studia l’impatto psicologico, sociale, etico e comportamentale del cancro

Puntura lombare = consiste nel prelievo di liquido cerebrospinale per l’analisi

Q

Qualità di vita = il godimento complessivo della vita ed il senso di benessere; include l’abilità di continuare a svolgere le attività del vivere quotidiano e trarre piacere

R

RAD (dose assorbita di radiazioni) = quantità di radiazioni assorbita dai tessuti

Radiazione = energia trasportata da onde elettromagnetiche o da fasci di particelle

Radiazione ionizzante = onde elettromagnetiche ad alta energia che possono disgregare gli atomi e le molecole nel corpo; è la forma di radiazione utilizzata nella radioterapia

Radiazione ultravioletta = un tipo di radiazione ad alta energia utilizzata nel trattamento del cancro

Radiochirurgia stereotassica (RS) = tecnica radioterapica, utilizzata soprattutto per i tumori cerebrali; per questi è utilizzata una fascia rigida per il capo, attaccata direttamente alle ossa del cranio; la fascia è usata per aiutare ad indirizzare il fascio di radiazioni direttamente verso il tumore, risparmiando il tessuto cerebrale sano; viene anche chiamata radioterapia esterna stereotassica o radioterapia stereotassica

Radiografia digitale del torace = radiografia del torace che raccoglie un’immagine del torace grazie ad un detettore computerizzato al posto della pellicola (come succede nella radiografia tradizionale del torace); l’utilizzo del detettore invece della pellicola permette di ottenere immagini più chiare e nitide

Radioimmunoterapia = nuovo tipo di terapia che consiste nell’iniettare nell’organismo un anticorpo radioattivo

Radiologo = medico che ha ricevuto una specifica preparazione nella lettura delle radiografie e nell’applicare le procedure di diagnostica radiologica

Radiologo interventista = medico specializzato nel diagnosticare e nel trattare alcune malattie utilizzando strumenti miniaturizzati con l’ausilio della fluoroscopia (raggi X) o altre tecniche di imaging

Radiologo oncologo = medico specializzato nella radioterapia, una modalità principale di cura del cancro

Radioprotettore = sostanza che protegge i tessuti sani dai danni da radiazioni senza ridurre l’efficacia della radioterapia contro le cellule cancerose

Radiosensibilizzante = farmaco che rende le cellule tumorali più sensibili agli effetti della radioterapia

Radioterapia = tecnica che sfrutta l’utilizzo di fasci d’energia con raggi X, raggi gamma, neutroni e altre fonti per uccidere le cellule del cancro e ridurre le masse tumorali; la radiazione può venire da una macchina fuori del corpo (radioterapia esterna) o da materiali messi all’interno del corpo (radioterapia interna o brachiterapia); la radioterapia è anche chiamata terapia radiante, irradiazione o terapia con raggi X

Radioterapia encefalica = tecnica radioterapica che comporta l’irradiazione dell’intero cervello; è utilizzata per prevenire eventuali metastasi cerebrali o per trattare grandi o multipli tumori localizzati nel cervello

Radioterapia esterna = trattamento radioterapico in cui la sorgente radioattiva è esterna al corpo

Radioterapia iperfrazionata = suddivisione del dosaggio giornaliero di radiazioni in dosi più piccole somministrate più volte nel corso della giornata

Radioterapista = medico specializzato nell’uso della radioterapia oncologica

Radon = gas inodore e incolore; l’esposizione al radon aumenta il rischio di sviluppare un cancro del polmone

Raggi gamma = potenti radiazioni provenienti da materiale radioattivo; vengono utilizzati per la radioterapia

Raggi X = radiazioni elettromagnetiche ad altra energia utilizzate con un basso dosaggio per le procedure di diagnosi e con un alto dosaggio per la terapia contro il cancro

Random, Randomizzare, Randomizzazione = a caso, assegnare a caso, processo utilizzato in tutti i protocolli di ricerca che confrontano due o più trattamenti grazie al quale le persone che partecipano ad una sperimentazione clinica sono assegnate casualmente ad uno dei gruppi di trattamento

Reazione depressiva = depressione a breve termine (può durare due settimane o anche meno) che una persona può manifestare come reazione a un evento grave che può cambiare la vita; è una risposta normale a situazioni che possono sconvolgere la vita

Recettore del fattore di crescita = proteina presente sulla superficie che si lega ad un fattore di crescita e ne consente la funzione

Recettore del fattore di crescita dell’epidermide = noto comunemente con l’abbreviazione EGFR, dall’inglese epidermal growth factor receptor, è un recettore di membrana in grado di legare i fattori di crescita dell’epidermide (o EGF).

Recidiva locale = il ripresentarsi di un tumore nel luogo originale (dopo la cura)

Regime = piano che definisce il dosaggio, le modalità e la durata di una combinazione chemioterapica

Regressione = diminuzione dei sintomi o del processo della malattia

Resecabile = che si può asportare chirurgicamente

Resezione = rimozione chirurgica di un tessuto o d’organi malati

Resezione a cuneo = rimozione di una sezione di tessuto a forma di cuneo che circonda un tumore del polmone; è compiuta sui tumori che crescono vicini alla superficie del polmone, quando un intervento più esteso non può essere tollerato Resezione chirurgica = rimozione di tessuto tramite operazione chirurgica

Resezione con broncoplastica = procedura chirurgica che rimuove il tumore che cresce all’interno delle vie aeree principali (bronco principale sinistro e destro); il tumore è rimosso ed i margini di resezione bronchiale sono cuciti insieme per riattivare la canalizzazione bronchiale al flusso d’aria

Resezione di un segmento broncopolmonare = intervento chirurgico conservativo che comporta la rimozione di una sola sezione o segmento del lobo del polmone; anche nota come segmentectomia

Resistenza al farmaco = mancata risposta delle cellule (tumorali) alla chemioterapia

Resistenza crociata = adattamento delle cellule cancerose alla chemioterapia; quando si presenta, il paziente non risponde più neanche alla chemioterapia basata su farmaci non usati in precedenza

Resoconti aneddotici = relazioni sull’uso di una particolare medicina o trattamento, al di fuori di una sperimentazione clinica controllata

Respirazione = il processo cui le cellule assumono ossigeno e buttano fuori anidride carbonica; il processo respiratorio

Rete o network di supporto = la gamma completa di risorse d’aiuto che un individuo ha a disposizione

Rianimazione = trattamento medico che comporta, in caso di arresto cardiaco, il ripristino del battito cardiaco e della respirazione

Riduzione del rischio = tecniche utilizzate per ridurre le possibilità di sviluppare il cancro

Rifiuto = processo mentale di automatica negazione della realtà, al fine di proteggersi dallo stress emotivo che ne deriverebbe

Rischio relativo di cancro = probabilità che un individuo, esposto a sostanza cancerogene, ha di contrarre il cancro

Risonanza Magnetica (RM) = test che, attraverso l’utilizzo di un campo magnetico, produce immagini tridimensionali del corpo; è simile alla TAC ma impiega magneti invece di raggi X

Risposta completa = la scomparsa di tutti i segni del cancro come risposta al trattamento

Risposta immunitaria = attività del sistema immunitario volta a contrastare le sostanze estranee (antigeni)

Risposta obiettiva = riduzione oggetivabile (misurabile) del volume tumorale: può essre completa o parziale

Risposta parziale = diminuzione di almeno il 50% delle dimensioni o estensione iniziale del tumore come risposta al trattamento ricevuto

RM (scansione con risonanza magnetica) = tecnica di “imaging” che utilizza un grande magnete per produrre immagini tridimensionali delle strutture interne del corpo

S

Scanner TC elicoidale = nuova tecnologia TC capace di sottoporre ad esame radiografico l’intero torace in 20

Scansione del cervello = test utilizzato per determinare se il cancro si è esteso al cervello

Scansione TC = esame radiologico computerizzato che utilizza un apparecchio emittente di raggi X che si muove in cerchio lungo la lunghezza del corpo allo scopo di creare immagini tridimensionali

Scintigrafia dello scheletro = procedura grazie alla quale si ottiene un’immagine delle ossa, mediante l’uso di un radioisotopo; utilizzata per determinare se il cancro si è esteso alle ossa

Scintigrafia ossea = come scintigrafia dello scheletro: esame di medicina nucleare in cui una sostanza marcata con isotopi radioattivi è iniettata nel torrente circolatorio da cui è captata dalle cellule che si dividono attivamente; le aree che hanno captato grandi quantità di radiofarmaco appaiono come macchie calde alla scansione; le macchie calde nelle ossa possono indicare un tumore metastatico

Screening = ricercare se vi è presenza di una data malattia in assenza di sintomi specifici, in ampi strati della popolazione generale

Segmentectomia = intervento chirurgico conservativo sul polmone che comporta solamente la rimozione di una sezione o di un segmento del lobo del polmone che contiene il tumore; è anche nota come resezione broncopolmonare segmentaria

Segni = reperti medici che possono essere osservati, ascoltati o misurati durante una visita medica

Sequenziale = si dice di un trattamento che segue l’altro Simulazione = procedimento che utilizza particolari immagini ai raggi X per pianificare la radioterapia

Simulazione = processo preliminare utilizzato in radioterapia con cui è localizzato e marcato con precisione l’obiettivo

Sindrome da malassorbimento = gruppo di sintomi, inclusi perdita di peso, debolezza, soppressione immunitaria, dovuti all’incapacità del corpo di assorbire dal cibo il necessario nutrimento

Sindrome di Cushing = in oncologia, una sindrome paraneoplastica causata da un livello alto di ACTH, determinato dalla produzione di questo ormone da parte delle cellule del cancro, che incentiva una produzione di cortisolo anormalmente alta

Sindrome di Horner = associazione di sintomi: palpebra abbassata, pupilla più piccola e mancanza di sudorazione sul lato interessato; questa sindrome può accompagnare un tumore di Pancoast

Sindrome di Pancoast = i sintomi causati da un tumore di Pancoast che comprendono dolore alla spalla e/o al braccio, perdita di massa muscolare nel braccio interessato e/o una palpebra calante, una pupilla più piccola e la mancanza di sudorazione facciale sul lato interessato

Sindrome paraneoplastica = segni e sintomi del cancro non causati direttamente dal tumore, ma da sostanze da questo prodotte; queste sindromi possono riguardare vari organi del corpo e provocare una gran varietà di segni e sintomi

Sintomi = sensazioni, dolori o altre anomalie percepite dal paziente, ma che non sono misurabili o valutabili attraverso un esame fisico

Sintomi di presentazione = i sintomi che una persona avverte e che lo portano a rivolgersi ad un medico

Sistema cardiorespiratorio = il sistema sinergico di cuore e polmoni che fornisce ossigeno alle cellule e le libera dall’anidride carbonica in eccedenza

Sistema di classificazione TNM = sistema che usa le caratteristiche del tumore (T), il coinvolgimento dei linfonodi regionali (N), e la presenza o assenza di metastasi a distanza (M) per classificare il CPNPC in stadi clinici

Sistema immunitario = sistema dell’organismo che riconosce e combatte le cellule o le sostanze estranee

Sistema linfatico = rete che trasporta la linfa ed è costituita dai vasi linfatici e dai linfonodi; può essere utilizzata dalle cellule cancerose come mezzo di trasporto per diffondersi

Sistema nervoso centrale = centro di controllo del corpo; ne fanno parte la spina dorsale e il cervello

Sistema TNM = sistema che usa le caratteristiche del tumore (T), il coinvolgimento dei linfonodi regionali (N), e la presenza o assenza di metastasi a distanza (M) per classificare il CPNPC in stadi di malattia

Sistemico = che interessa tutto il corpo

Soggetti ad alto rischio = coloro che presentano maggiori probabilità di sviluppare un cancro rispetto alle normali probabilità calcolate per la popolazione generale

Sopravvivenza = nei pazienti con una storia di cancro, il periodo che va dalla diagnosi in avanti, indipendentemente dal risultato della terapia

Sorbitolo = zucchero presente naturalmente nella frutta, come, per esempio, prugne, pere, pesche e mele; è un lassativo naturale; viene anche utilizzato come dolcificante nei cibi a ridotto contenuto calorico

Sorveglianza = controlli regolari per verificare se vi sono segni di cancro

Sostegno emotivo = espressioni di cura e preoccupazione che hanno per oggetto i sentimenti di una persona; possono manifestarsi con l’ascoltare, il parlare e/o il contatto fisico

Sottocutaneo = sotto la pelle

Sovraclavicolare = al di sopra della clavicola

Sperimentazione cieca = sperimentazione clinica in cui i partecipanti non sono a conoscenza del farmaco specifico o del trattamento che stanno ricevendo; in una “sperimentazione a doppio cieco”, né i partecipanti né i loro medici sono al corrente del farmaco specifico o trattamento che ciascun paziente sta ricevendo

Sperimentazione randomizzata e controllata = sperimentazione clinica in cui i partecipanti sono assegnati casualmente al trattamento sperimentale o a quello standard; un tipo di sperimentazione clinica che è progettata per comparare l’efficacia e la sicurezza di uno specifico trattamento rispetto ad altre terapie standard o rispetto ad un placebo

Spossatezza = stanchezza costante ed estrema che non si risolve con un buona dormita

Stadiazione = in oncologia, è il processo per determinare se il cancro si è diffuso oltre il tumore originale e, in caso positivo, per valutarne la diffusione

Stadio = grado di estensione di un cancro al momento della diagnosi

Stadio presunto = estensione apparente del cancro, sulla base dei risultati degli esami disponibili; questo stadio può cambiare con indagini diagnostiche e/o procedure supplementari

Sterilità = incapacità di concepire o avere figli

Stomatite = infiammazione o irritazione delle membrane mucose all’interno del cavo orale; può essere causata dalla chemioterapia o dal trattamento radioterapico del capo

Stress = ogni esperienza che gravi sull’energia di un individuo o sul suo benessere

Studi di fase I = fase degli studi clinici nella quale si valuta la sicurezza di un farmaco e si stabilisce il dosaggio; poiché molti trattamenti sono nuovi e possono presentare dei rischi per i partecipanti, a questa fase, in genere, partecipa un piccolo numero di pazienti che presentano uno stadio avanzato della malattia

Studi di fase II = questi studi forniscono informazioni preliminari sull’efficacia del trattamento e generano ulteriori informazioni sulla sua sicurezza e benefici; vi partecipa un numero maggiore di pazienti

Studi di fase III = dopo che un trattamento è stato valutato attraverso gli studi di fase I e II e si è dimostrato efficace, con benefici che superano lo svantaggio degli effetti collaterali già noti, viene messo a confronto negli studi di fase III. Il confronto viene fatto con il trattamento standard del momento. Si valutano la sicurezza, l’efficacia, il dosaggio e gli effetti collaterali su di un alto numero di pazienti

Studi di fase IV = questo tipo di studio clinico viene realizzato, negli Stati Uniti, quando il trattamento è già stato approvato dal Food and Drug Administration (FDA) ed è già in commercio; gli studi di fase IV hanno lo scopo di accertare gli effetti collaterali che si possono essere manifestati dopo gli studi di fase III

Studio clinico randomizzato = studio clinico nel quale i pazienti vengono suddivisi in gruppi in modo casuale (in inglese, at random); questa suddivisione casuale permetterà di paragonare i trattamenti in modo valido

Studio di metanalisi = studio che riassume e confronta i risultati di diverse sperimentazioni. L’elaborazione dei dati di solito viene effettuata con metodologia statistica

Studio di sorveglianza post = immissione sul mercato

Studio in doppio cieco = studio clinico in cui né lo staff medico né il paziente sanno se quest’ultimo stia ricevendo il farmaco sperimentale, un altro farmaco, oppure il placebo

Studio pilota = sperimentazione di un trattamento su di un piccolo gruppo di pazienti per verificarne l’efficacia e la sicurezza, prima di sperimentarlo su larga scala

T

TAC o TC (Tomografia Assiale Computerizzata) = test diagnostico che combina l’assorbimento dei raggi X e la capacità di elaborazione del computer per creare delle immagini tridimensionali dell’interno del corpo

Tecnico di radiologia = persona che si occupa di verificare che l’apparecchiatura radiologica emetta la giusta quantità di radiazioni

Tempo alla progressione = il tempo durante il quale un trattamento è in grado di contenere la crescita e/o la diffusione di un cancro

Tempo di duplicazione cellulare = tempo impiegato da una cellula per completare il proprio ciclo vitale

Tempo di protrombina (PT) = test del sangue che valuta il tempo necessario al sangue per coagularsi; spesso viene praticato nelle persone sottoposte a terapia anticoagulante con warfarina (coumadin)

Tempo parziale di tromboplastina (PTT) = test del sangue che misura il tempo necessario al sangue per coagularsi; viene spesso misurato nelle persone in terapia anticoagulante con eparina Terapia = trattamento, cura

Terapia a base di platino = chemioterapia che contiene questo metallo

Terapia a base di steroidi = terapia che utilizza farmaci corticosteroidi per ridurre le infiammazioni, come ad esempio per il gonfiore o il dolore

Terapia adjuvante = un metodo terapeutico aggiuntivo rispetto alla terapia principale; viene impiegato al fine di aumentare l’efficacia della terapia principale

Terapia biologica = terapia contro il cancro che impiega modificatori della risposta biologica

Terapia combinata = impiego di due o più tipi di terapia , come la radioterapia, la chemioterapia, la chirurgia o altre

Terapia complementare = tecniche o approcci spesso utilizzati in aggiunta alla terapia standard (come ad esempio, la dieta)

Terapia con anticorpi monoclonali = trattamento con anticorpi, proteine in grado di riconoscere e combattere una sostanza estranea (gli anticorpi sono normalmente prodotti dal nostro sistema immunitario)

Terapia di mantenimento = viene impiegata nei pazienti con malattia in corso di remissione, per prevenire ricadute

Terapia di salvataggio = trattamento che è realizzato quando un cancro recidiva dopo un’iniziale risposta alla terapia o quando un cancro non risponde affatto alla terapia di prima linea

Terapia d’induzione = trattamento studiato come primo passo per ottenere la riduzione volumetrica del tumore; la terapia di induzione è seguita dalla terapia principale per eliminare qualsiasi eventuale residuo del cancro

Terapia di prima linea = trattamento (di solito ci si riferisce alla chemioterapia) che viene instaurato subito dopo la diagnosi, come prima scelta

Terapia di seconda (terza, quarta…) linea = trattamento (di solito chemioterapico) che viene instaurato dopo il fallimento o la mancata risposta alla terapia di prima (seconda, terza…) linea

Terapia fotodinamica = trattamento realizzato con farmaci che diventano attivi quando il paziente è esposto alla luce; è utilizzata per uccidere le cellule cancerose e precancerose

Terapia genica = trattamento anticancro che mira ad interrompere il processo canceroso sostituendo i geni danneggiati o persi, oppure rendendo impossibile l’espressione dei geni danneggiati

Terapia multimodale = due o più forme di trattamento usate contemporaneamente o in successione; di solito si riferisce all’uso combinato della chemioterapia e della radioterapia; viene anche chiamata terapia combinata

Terapia neoadiuvante = trattamento somministrato prima del trattamento primario per aumentare le probabilità di successo della cura

Terapia palliativa = trattamento che ha lo scopo di alleviare i sintomi del cancro in fase avanzata; non ha scopo curativo e non altera il decorso della malattia, ma può migliorare significativamente la qualità di vita

Terapia sistemica = trattamento che coinvolge il corpo intero; di solito un farmaco che è preso oralmente o somministrato per via endovenosa

Terminale = descrive uno stadio avanzato della malattia con una limitata aspettativa di vita

Tessuto = gruppo di cellule simili che lavorano insieme per svolgere un determinato compito

Test di chemiosensibilità = test di laboratorio con il quale si determina il trattamento chemioterapeutico più efficace, analizzando la risposta delle cellule tumorali in vitro ai diversi farmaci chemioterapici

Tolleranza = nei trattamenti farmacologici, si verifica quando un effetto (desiderato o indesiderato) cala nel tempo pur continuando a prendere il farmaco

Torace = la parte superiore del tronco che va dal collo all’addome

Toracentesi = rimozione del liquido, accumulatosi fra i polmoni e la parete del torace, per mezzo di ago

Toracico = relativo al torace

Toracoscopia = procedura chirurgica in cui un endoscopio è inserito nella cavità toracica per visualizzarne le strutture; un campione di tessuto può essere prelevato durante tale procedura

Toracoscopia video assistita (VATS) = operazione chirurgica effettuata con l’ausilio di una video camera che proietta ed ingrandisce le immagini del tumore su di uno schermo televisivo

Toracoscopio = strumento dotato di una sistema di illuminazione e di un supporto telescopico che permette di esaminare la cavità toracica

Toracotomia = procedura chirurgica maggiore in cui il torace è aperto e le coste sono divaricate; consente di arrivare al cuore ed ai polmoni

Tossicità = velenosità

Tracciante = sostanza, spesso un radioisotopo, utilizzata nelle procedure diagnostiche che fanno uso di immagini

Trachea = struttura tubulare che porta l’aria dalla laringe (gola) ai polmoni

Tranquillante = farmaco che riduce le sensazioni di ansia, preoccupazione o paura

Trasfusione = l’infondere sangue o componenti del sangue nell’organismo

Trattamento di prima linea = la prima terapia usata per trattare un cancro

Trattamento di seconda linea = alcune terapie usate dopo la terapia di prima linea

Trattamento locale = trattamento che interessa un tumore e l’area ad esso immediatamente adiacente

Trattamento o terapia standard = terapia che si è dimostrata efficace e che viene abitualmente utilizzata per un dato tipo di malattia

Trial clinico = valutazione scientifica dell’efficacia di un potenziale nuovo trattamento, effettuata su esseri umani sotto strettissimo controllo medico

Trombocita = cellula del sangue che aiuta a mantenere sotto controllo le emorragie provocando la coagulazione del sangue; è anche definita piastrina

Trombocitopenia = condizione in cui si ha un numero anormalmente basso di piastrine nel sangue; può causare ematomi o emorragie incontrollabili

Trombocitopenia purpurea = condizione in cui il numero di piastrine nel sangue è anormalmente basso; può causare ematomi o emorragie incontrollate

Trombocitosi = condizione in cui il numero delle piastrine nel sangue è anormalmente alto; può condurre alla formazione di coaguli di sangue (trombi)

Trombolitico = farmaco che scioglie i coaguli di sangue (trombi)

Trombosi venosa profonda = coagulo di sangue (trombo) nelle vene profonde delle gambe e meno frequentemente, in altre vene del corpo

Tumore = crescita anormale nel corpo; può essere benigno o maligno

Tumore benigno = escrescenza anomala che però non si diffonde come accade per quelle cancerose

Tumore di Pancoast = detto anche tumore del solco polmonare; si tratta di un tipo di carcinoma polmonare non a piccole cellule che comincia nella porzione superiore del polmone e che normalmente si estende alle coste e alla spina dorsale

Tumore primario = il tumore di partenza; è la sorgente delle cellule cancerose che porta alla formazione dei tumori secondari o metastatici

Tumore secondario = un tumore che si sviluppa in seguito a metastasi del tumore originale

Tumore solido = tutti quei tumori che colpiscono i tessuti del corpo che non siano il sangue, il midollo osseo, o il sistema linfatico; il tumore polmonare è classificato come tumore solido

U

Ultrasuoni = onde sonore ad alta frequenza, vengono utilizzate in test medico (ecografia) che utilizza le onde sonore per creare un’immagine dell’interno del corpo. In medicina è sinonimo di Ecografia

Utilizzo fuori indicazione = l’uso di una medicina con un’indicazione diversa da quella per cui è stata approvata dalla autorità sanitaria; anche noto come utilizzo per indicazioni non approvate

Utilizzo per indicazioni non approvate = l’uso di una medicina per un’indicazione diversa da quella per cui è stata approvata dalla autorità sanitaria; sinonimo di utilizzo fuori indicazione

V

Vaccinazione = trattamento tramite vaccino

Vaccino = sostanza che è data per incentivare il sistema immunitario ad agire contro un

Valore “p” = è un termine statistico; è una rappresentazione numerica di quanto i ricercatori siano certi della loro scoperta

Vasculite = infiammazione dei vasi sanguigni, in particolar modo delle arterie

Vasi linfatici = vasi a pareti sottili che trasportano la linfa in tutto il corpo

Vena = un vaso del sistema circolatorio che porta sangue povero di ossigeno dai tessuti al cuore

Vena cava superiore = la grande vena che porta il sangue dalla testa, dal collo, dalle braccia e dal torace superiore al cuore; può essere compressa da un tumore polmonare, il che causa il rigonfiamento del volto e del collo

Vena polmonare = il grande vaso sanguigno che porta il sangue ricco di ossigeno dai polmoni al lato sinistro del cuore

Venipuntura = puntura in vena allo scopo di prelevare del sangue, di somministrare un medicinale o una flebo

Ventricolo destro = la camera del cuore da cui il sangue povero di ossigeno è pompato ai polmoni

Ventricolo sinistro = la camera del cuore umano che spinge il sangue ossigenato dai polmoni al corpo

Versamento pericardico = presenza di liquido all’interno della membrana che riveste il cuore

Versamento pleurico = una raccolta anormale di liquido nella sierosa che avvolge il polmone; può essere d’origine infettiva, benigna o maligna

Via di somministrazione = l’accesso utilizzato per somministrare un farmaco o un’altra sostanza: ad esempio per via orale o per via endovenosa

Virus = agente infettivo che può provocare molte malattie, compreso il comune raffreddore; nella terapia contro il cancro vengono a volte utilizzati virus per creare vaccini

Visualizzazione = tecnica che consiste nel crearsi immagini mentali sulle quali concentrarsi al fine di risolvere dei problemi, di auto-curarsi o di ridurre lo stress