news

Pseudonodularità puntiforme calcifica

Buongiorno.
Vorrei cortesemente chiedere spiegazioni sul significato della seguente frase riferita ad una radiografia ai polmoni:

presenza di qualche puntiforme pseudonodularità calcifica ad entrambi gli ili“.

Autorizzo la pubblicazione della domanda.

Grazie e cordiali saluti.

M.P.


Buon giorno a lei.

Non si tratta di un’espressione standard, ma di una formulazione individuale che sta al posto della più comune dicitura: “puntiformi opacità calcifiche ad entrambi gli ili”.  In sostanza il radiologo vuole avvertire il clinico di aver notato la presenza anomala (ma non rara) di:

qualche area radiopaca (che, pertanto si vede bianca alla lastra), molto piccola (di pochi millimetri), rotondeggiante (da cui la descrizione di “nodulo”, diminuitivo di nodo), calcificata, presente nell’area del polmone cosidetta ilare (quella cioè in cui penetrano nel polmone i vasi arteriosi e venosi, i grossi bronchi e i canalini linfatici).

La calcificazione rilevata, le piccole dimensioni, e l’atipica terminologia usata (pseudonoduli, piuttosto che noduli) stanno ad indicare il fatto che il radiologo refertante non ritiene trattarsi di lesioni acute (e, particolarmente, ritiene che non sia nulla di tumorale), ma che si tratti di esiti di qualche possibile infezione polmonare pregressa.  In ogni caso di un reperto di nessun rilievo clinico attuale.

Cordialmente,

Gianfranco Buccheri


Lascia il tuo commento