news

Perdita di peso e inappetenza in corso di chemioterapia

Buongiorno,
Le scrivo per illustrarle il caso di mio padre, anni 65.
A giugno è stato operato di lobectomia superiore destra e gli sono stati esportati anche dei linfonodi in zona. Ad esame istologico alcuni di questi sono risultati positivi e poiché sono presenti altri due anche sul lato sinistro i medici hanno deciso per la chemioterapia. Ha già fatto il primo trattamento e settimana prossima ha il cosiddetto richiamo.
Ma quello che ci preoccupa è il fatto che ultimamente si sente molto debole e perde peso nonostante mangi regolarmente.
Questa situazione è una conseguenza normale dell’intervento o/e della chemio e che quindi tenderà a stabilizzarsi con il tempo o il segnale di qualcosa di negativo?
Grazie per la Sua disponibilità
Giorgio


Caro Giorgio,

intanto ti confermo che la terapia che hanno iniziato i tuoi medici è una scelta coretta… Qualcuno preferisce ancora la radioterpia post-operatoria, ma per questa è stato dimostrato un effetto negativo sulla sopravvivenza, qualche anno fa, in una meta-analisi internazionale condotta da un gruppo di ricerca inglese assolutamente credibile e degno di fiducia.  Al contrario, per la chemioterapia (che in questo caso si chiama “adiuvante”) c’è un’assoluta concordanza sul beneficio, che è modesto ma sicuro…

Tutto questo vale, a meno che tuo papà non abbia un adenocarcinoma e i test genetici per le mutazioni EGFR e ALK (che in caso di adenocarcinoma dovrebbero esser sempre fatti) siano negativi. Perchè, in caso contrario vi sono terapie biologiche mirate, più efficaci e meno tossiche che andrebbero prescritte in prima istanza.  Noi, come ALCASE, abbiamo una rubrica in cui si parla solo di questi farmaci (http://www.alcase.it/cat/farmaci-mirati/) e alcune pagine istituzionali specificamente dedicate (http://www.alcase.it/educational/premessa-farmaci-mirati/).

E vengo alla tua domanda: inappetenza ed anoressia sono certamente un brutto segno e possono indicare una progressione della malattia tumorale.  Ovviamente, tali sintomi possono essere dovuti anche ad altra causa (ad esempio la chemioterapia, le complicazioni infettive, o un difficile recupero post-operatorio…).  La chemioterapia potrebbe dare un pò di nausea ed inappetenza, ma se è efficace, c’è un completo recupero dopo 7-14 giorni dalla infusione dei farmaci; le complicazioni infettive non possono passare inosservate (e richiedono un pronto intervento terapeutico); la rallentata ripresa dopo l’intervento deve andare, comunque, verso un progressivo miglioramento, anche se lento…

In conclusione, la mancanza di appetito e, soprattutto, la perdita di peso del tuo papà necessitano di un’attenta considerazione da parte del tuo oncologo, perchè possono anche essere il segnale del fatto che la chemiterapia è inefficace e la malattia in progressione… Come già detto la chemio, da sola, soprattutto se funziona, non dà perdita di peso e può dare solo una modesta, transitoria inappetenza (che, ovviamente, può diventare più importante se si va avanti coi cicli.. es. 5 cicli o più).

Spero di esserti stato utile.  Cordiali saluti.

Gianfranco Buccheri


Lascia il tuo commento