news

Cosa faccio, se sono a rischio di cancro al polmone?

Buongiorno,
ho 47 anni, fumo da quando ne avevo 16, ho deciso di smettere domani 31 maggio (giornata mondiale contro il tabacco), anche a causa del fatto che poche settimane fa ho perso mio fratello (59 anni), grande fumatore, morto di adenocarcinoma polmonare.
Vi chiedo: ai fini della prevenzione secondaria (diagnosi precoce), quali sono gli esami periodici (annuali?) a cui mi suggerireste di sottopormi, essendo chiaramente un soggetto a rischio di cancro polmonare?
Vi ringrazio infinitamente per la risposta che vorrete inviarmi.
Cordiali saluti,
M. C.

P.S.: quest’anno ho deciso di donare il 5×1000 alla Vs. associazione

___________________________________________________________________________________________________

Gentile signor M.,

innanzitutto grazie per la fiducia che dimostra di avere in noi. E, soprattutto, grazie per la sua decisione di aiutarci a continuare nella nostra difficile missione.

E vengo alla sua domanda.

Per la diagnosi precoce, vi sono prove scientifiche che, dai 50-55 anni in su, essendo in condizioni di rischio per un cancro al polmone (come, obiettivamente, è la situazione che mi descrive), è utile effettuare una TC spirale del torace almeno una volta l’anno.

Va detto che questo dato non è ancora del tutto noto (soprattutto da chi dovrebbe tirarne le conseguenze a livelli politico-amministrativo), sebbene TUTTE LE SOCIETà MEDICO-SCIENTIFICHE INTERNAZIONALI lo considerano un “must”.

Lo screening di massa per i soggetti a rischio rimane molto costoso  e vi saranno resistenze perchè esso diventi rimborsato dal servizio sanitario, così come lo è ad esempio lo screening per il tumore del collo dell’utero nelle donne.

Cosa fare nel suo caso?

Senz’altro, se in futuro dovesse andare incontro a uno o più dei sintomi compatibili con la presenza di un cancro del polmone, le consiglio di chiedere al suo medico di famiglia di ordinarle una TC spirale del torace. I sintomi suddetti sono: comparsa di tosse che si prolunga per più di 3 settimane, catarro striato di sangue o francamente ematico, bronchiti o broncopolmoniti ripetute, dolore toracico, fiato corto, ecc.. (troverà l’elenco completo su un nostro video pubblicato su youtube: http://www.youtube.com/user/sairecabur2007?feature=mhum#p/a/u/1/dchYTLgPx7E, che si raggiunge facilmante dalla home page del sito, o nei vari opuscoli e depliant presenti nella sezione Education: http://www.alcase.it/education/).

Inoltre, anche se per un anno intero non dovesse andare incontro a disturbi del genere, un TC spirale, fatta una volta all’anno, sarebbe raccomandabile.

Spero di averle risposto esaurientemente.  Cordialmente,

Gianfranco Buccheri

Il Dr. Gianfranco Buccheri, al congresso mondiale sul cancro del polmone (Sydney 2013), in un momento di pausa...


Lascia il tuo commento