Cosa fare in caso di sintomi sospetti…

Abbiamo già trattato a lungo dei sintomi del cancro ai polmoni, dedicandovi una intera pagina di questo sito (http://www.alcase.it/educational/opuscoli-informativi/rischio/), una brochure scaricabile in formato PDF e un video su YouTube che in appena due anni ha già oltre 70.000 visualizzazioni…

Per scaricare il depliant o vedere il video fare click sulle immagini qui sotto:


Sintomi e Segni del Cancro ai Polmoni


In questo articolo, vogliamo riepilogare i sintomi principali e, soprattutto, chiarire cosa è opportuno fare quando si presenta ciascun sintomo.  Eccoli dunque:

SINTOMO / SEGNO                           CARATTERISTICHE / COSA FARE

SANGUE nel catarro Può essere una minima quantità (piccole striature di sangue nel catarro) oppure più importanti.  In ogni caso, a meno che non si è a conoscenza di avere una malattia cronica non cancerogena (ad es. le bronchiectasie) che può provocarlo, è necessario andare subito dal proprio medico per programmare accertamenti clinici (esame di riferimento in questo caso: broncoscopia).
INFEZIONI bronco-polmonari recidivanti Una broncopolmonite/polmonite che non si risolve rapidamente con la comune terapia antibiotica e ha un decorso prolungato (oltre 20 gg.), o che recidiva dopo 1-2 mesi da un prima apparente guarigione è molto sospetta.  In tal caso, sollecitare il proprio medico a richiedere ulteriori esami diagnostici (esami di riferimento: TAC e broncoscopia).
TOSSE nuova e persistente Una nuova tosse (o una tosse con caratteristiche modificate rispetto a una tosse  cronica precedente), che duri più di 30 giorni, è sospetta.  Discuterne col proprio medico e se il disturbo persiste ancora effettuare una TAC entro 40-50 giorni dalla sua comparsa.
DOLORE in una spalla, nella schiena e al torace Tranne quello della spalla sono di solito sintomi che si presentano tardivamente (di solito si è trascurato qualche altro sintomo più precoce).  Inoltre sono molto aspecifici e dovuti a tantissime malattie diverse. In questo caso, si consiglia discutere col proprio medico l’opportunità di effettuare una TAC.
DISPNEA o difficoltà respiratoria Può essere lieve o moderata. Anche per la dispnea vale quanto detto per il dolore (sintomo tardivo e aspecifico).  Non esiste un accertamento di riferimento: il medico ha diverse opzioni fra cui scegliere in prima battuta.
RAUCEDINE Di solito è provocata da malattie del collo ed in particolare delle corde vocali, ma raramente è dovuta a una paralisi del nervo ricorrente che passa dal torace ed è responsabile della motilità della corda vocale sinistra.  Ciò avviene a causa di un tumore polmonare che cresce centralmente nel torace.  Anche questo è un sintomo abbastanza tardivo e moltissimo aspecifico.  In caso di rceudine prolungata (oltre 20-30 giorni), ricordare a se stessi (e al proprio medico) che anche un cancro al polmone potrebbe essene la causa. Esame di riferimento: TAC.
DEBOLEZZA, FACILE AFFATICAMENTO, INAPPETENZA, PERDITA DI PESO Anche questi sono sintomi tardivi che non aiutano a fare una diagnosi precoce (quasi sempre preceduti da altri sintomi) e molto aspecifici (centinaia di patologie croniche e tumorali possono esseren causa). Ricordare a se stessi (e al proprio medico) che anche un cancro al polmone potrebbe essene la causa. Esame di riferimento: TAC.
RIGONFIAMENTO del collo e della faccia Come sopra
DISFAGIA o difficoltà nel deglutire Come sopra
IPPOCRATISMO DIGITALE o ingrandimento “a mazza di tamburo” delle estremità delle dita di mani e piedi Si tratta di una segno riconosciuto anticamente dal medico greco Ippocrate, donde il nome, che si accompagna a una varità di malattie cardiache e respiratorie croniche. Anche in questo caso, ricordare a se stessi (e al proprio medico) che anche un cancro al polmone potrebbe esserne la causa.

Lascia il tuo commento