Area a “vetro smerigliato” e lesione nodulare “spiculata”

Una moderna apparecchiatura per LDCT (TAC a basso dosaggio)

Il referto della TC recita quanto segue :


“Circoscritta e sfumata area di alterati valori di attenuazione a vetro smerigliato e’ apprezzabile al segmento dorsale del lobo superiore dx.
Lesione nodulare spiculata a livello del segmento dorsale del lobo inferiore sn di circa 16/17 mm.
Sottile stria di addensamento con piccola opacita’ pseudonodulare di 7 mm in sovrabasale sn. “

Vediamo un pò di tradurre:

  • Circoscritta e sfumata area di alterati valori di attenuazione a vetro smerigliato“: il radiologo nota una piccola e maldelimitata area che, a differenza del polmone normale, assorbe i raggi della TAC ed ha l’aspetto caratteristico del vetro smerigliato.  Quest’ultima caratterizzazione rafforza la precedente descizione dell’area e  lascia ipotizzare un interessamento dell’interstizio polmonare (tipico di malattie come le fibrosi, ma anche di certi rari tumori come il carcinoma bronchiolo-alveolare);
  • “Lesione nodulare spiculata a livello del segmento dorsale del lobo inferiore sn di circa 16/17 mm.”: in questo caso il micronodulo (piccolo ed intenso addensamento degli alveoli polmonari) è ancora più sospetto per un’origine tumorale, anche perchè è “spiculato“, cioè presenta delle ramificazioni che si estendono dalla sua superfice in direzione centrifuga.  Va tuttavia sempre ribadito che cause benigne ad esempio silicosi ed altre pneumoconiosi, tubercolosi ecc.. possono averlo causato;
  • Sottile stria di addensamento con piccola opacita’ pseudonodulare di 7 mm in sovrabasale sn.”: in questo caso l’addensamento è lineare, a forma di stria e contiene un piccolissimo nodulo al suo interno.

In conclusione, il messaggio che il radiologo dà al medico curante è: ATTENZIONE, VEDO QUALCOSA DI ANORMALE. PUO’ TRATTARSI NULLA DI GRAVE, MA NON SI PUO’ ESCLUDERE QUALCOSA DI MOLTO SERIO.  A TE LA PALLA!…

Gianfranco Buccheri


Lascia il tuo commento