Report brevi dalla medicina di frontiera (Dicembre 2013)

000Dalla nostra pagina di FaceBook:

NEWS DAL MONDO DELLA RICERCA: report brevi


  • “Un nuovo studio della Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) e dell’Organizzazione mondiale della sanità (WHO) suggerisce che l’inquinamento atmosferico sta provocanco il cancro ai polmoni. I dati sono così conclusivi che gli autori dello studio ritengono che l’inquinamento possa essere più pericoloso dello stesso fumo di sigaretta. [...] ” E’ quanto si legge in questo sconvolgente articolo. Certamente, qui c’è da rivedere alcune certezze molto diffuse: cancro ai polmoni=fumatore.  http://www.technobuffalo.com/2013/10/20/air-pollution-lung-cancer-research/
  • La resezione dei linfonodi mediastinici che drenano dal lobo ammalato è sostanzialmente equivalente alla resezione totale standard (o alla resezione con campionamento totale), nei tumori non a piccole cellule in fase iniziale. http://bit.ly/1h7mtVZ
  • Anche nelle città canadesi, l’inquinamento atmosferico e, soprattutto l’aumenta concentrazione di benezene e degli altri idrocarburi aromatici, come quella dell’ossido di azoto, ha determinato un notevole incremento del rischio di ammalarsi di cancro al polmone. Per i dati seguite il link: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24287467
  • L’operazione standard per il cancro al polmone è la LOBECTOMIA (asportazione di un intero lobo polmonare). Asportazioni di minori quantità di tessuto polmonare (in questo caso resezione a cuneo o “wedge” in inglese) sono considerate meno sicure e vengono fatte SOLO quando il paziente non potrebbe sopportare una lobectomia… Questo studio (che però NON è randomizzato e, di conseguenza, è meno probabante) suggerisce che l’opinione corrente potrebbe non essere corretta. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24284157
  • Come già detto, l’operazione standard per il cancro al polmone è la LOBECTOMIA (asportazione di un intero lobo polmonare). Asportazioni di minori quantità di tessuto polmonare (in questo caso, ogni tipo di resezione minore) sono considerate meno sicure e vengono fatte SOLO quando il paziente non potrebbe sopportare una lobectomia… Anche quest’altro studio, che non ha niente a che vedere col precedente (tranne per il fatto di essere entrambi NON randomizzati), suggerisce che l’opinione corrente potrebbe non essere corretta. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24280722
  • Un’autorevole metanalisi per provare quanto è abbastanza intuibile: i pazienti operati per cancro al polmone migliorano la loro capacità respiratoria, se sottoposti a un programma regolare di esercizio fisico, dopo il primo periodo post-operatorio. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24268442

Lascia il tuo commento