NUOVI SINTOMI IN CORSO DI CURA. Cosa pensare?…

BUONGIORNO MIO PADRE NEL OTTOBRE 2012 ANNO SCOPERTO CHE ERA AFFETTO DA ADENOCARCINOMA AL POLMONE DX 5 CM CON LINFODENEOPATIE AL MESTIASTINICO…GLI ANNO APPLICATO 3 CICLI DI CHEMIOTERAPIA MA SENZA NESSUNA RIDUZIONE DEI 5 CM .. E DOPO 3 MESI ANNO INIZIATO 30 CICLI RADIO TERAPIE AL MEDIASTINICO E LEGGERMENTE AL POLMONE ..ADESSO DOPO QUASI 2 MESI ACCUSA DOLORI AI MUSCOLI DELLA PANCIA E ALLE COSTOLE, E QUANDO MUOVE LE SPALLE …CHE NE PENSATE DI QUESTI SINTOMI???

FB.

Caro amico, ho poche informazioni per esprimermi in maniera completa ed esaustiva sul caso di tuo papà…  Certo la situazione -sulla base di ciò che dici- non è rosea… La malattia era già avanzata a livello toracico (interessamento dei linfonodi mediastinici) e non ha risposto alla chemioterapia iniziale.  Probabilmente ha risposto un pò, ma non molto, alla radioterapia successiva e adesso ci sono dei sintomi nuovi… Cosa pensare?

Il dolore ai muscoli della pancia è difficile da interpretare: tante cause, anche innocue e benigne, possono esserne la causa.  Bisognerà indagare ancora un pò…

Invece, i dolori alle coste e al movimento della spalla, in un persona con adenocarcinoma avanzato del polmone, sono sempre sospetti per metastasi ossee, che se, non erano presenti alla diagnosi, potrebbero essersi manifestate clinicamente solo ora, dopo qualche mese…  Ti consiglierei di discutere questa eventualità con i medici che lo seguono e di valutare con essi se non sia il caso di fare qualche accertamento mirato (es. scintigrafia ossea, radiografie e/o RMN mirati).

Infine vorrei chiederti se a tuo papà è stato fatto lo studio per le mutazioni EGFR/ALK e in caso negativo, se non sia possibile farlo adesso… La positività di questi marcatori genetici aprirebbe la strada a una serie di nuovi farmaci particolarmente efficaci nei casi positivi, come ad esempio IRESSA o TARCEVA (per gli EGFR) e XALKORI (per il riarrangiamento ALK).  Ti dò un link che spiega a chi fanno fatti quesi test: http://www.alcase.it/2013/04/linee-guida-internazionali-egfr-al/.  Anche di questo ti consiglio di discutere con i medici curanti di tuo papà.

Cordiali saluti,

Gianfranco Buccheri

Il direttore Medico di ALCASE

Il Dr. Buccheri e la skyline di Hong Kong (2010 GLCC meeting)


Lascia il tuo commento