A chi rivolgersi in Toscana?…

Buonasera,
dal momento che siete un’associazione costituita da medici specializzati nella cura del tumore polmonare, vorrei chiedere se è possibile avere un consiglio su quali siano a vostro avviso i migliori centri oncologici nella mia regione, la Toscana. Mio padre, affetto da adenocarcinoma polmonare è in cura presso l’ospedale fiorentino di Careggi. Ciu consigliate di rivolgerci altrove?
C.P.

Gentile visitatore,

come forse avrà notato, esiste una pagina nel nostro sito (http://www.alcase.it/support/medici-eccellenti/) che elenca i “primi 100 medici d’Italia che eccellono nella cura del cancro del polmone“.   La ricerca su cui si basa  questa selezione e le sue caratteristiche tecniche (tempi, metodi, obiettivi, risultati e loro significato) sono descritti alla pagina: http://www.alcase.it/support/medici-eccellenti-premessa/.   Questa ricerca, online dall’inizio del 2009, verrà aggiornata entro quest’anno e l’elenco potrà in parte cambiare.

Attualmente, comunque,  non esistono dati alternativi o più recenti rispetto a quelli che, per sua comodità, riporto qui di seguito:

TOSCANA

  1. Janni Alberto, Az. Ospedaliero-Universitaria Careggi, Viale Pieraccini, 17 – 50139 Firenze. Vai alla scheda personale
  2. Cappuzzo Federico, Ospedale civile di Livorno, viale Alfieri 36 – 57100 Livorno. Vai alla scheda personale
  3. Boldrini Laura, Università di Pisa, Via Roma, 67 – 56126 Pisa
  4. Chella Antonio, Università di Pisa, Via Paradisa, 2 – 56124 Cisanello (PI)
  5. Fontanini Gabriella, Università di Pisa Via Roma, 57 – 56126 Pisa
  6. Lucchi Marco, Università di Pisa, Via Paradisa, 2 – 56124 Pisa. Vai alla scheda personale
  7. Mussi Alfredo, Università di Pisa, Via Paradisa, 2 – 56124 Pisa
  8. Gotti Giuseppe, Azienda Ospedaliero-Universitaria Via Bracci, 14 – 53100 Siena. Vai alla scheda personale

Tenga presente che i medici su elencati appartengono a differenti discipline: oncologia medica, chirurgia toracica, anatomia patologica, ecc… Lei dovrà verificarlo dalla scheda personale, quando presente, o dare una scorsa al tipo di pubblicazioni fatte da ciascun medico per conoscerne l’ interesse primario e la competenza.  Le faccio notare che, ad eccezione, di un medico fiorentino, di un senese e un livornese, tutti gli altri lavorano all’università di Pisa.

Più recentemente,  in un articolo appositamente dedicato (http://www.alcase.it/2011/08/come-scegliere-il-luogo-dove-farsi-curare/), abbiamo parlato del grande lavoro fatto dalla Fondazione Umberto Veronesi e pubblicato nelle pagine del Corriere della Sera (edizione online), alla sezione SALUTE/SPORTELLO CANCRO (http://www.corriere.it/sportello-cancro).   Tale lavoro fornisce l’elenco dei centri universitari e ospedalieri italiani, considerati di eccellenza nella cura del cancro del polmone (http://www.corriere.it/salute/sportello_cancro/db/mdc/tutte/2009/mdc04.shtml#legenda).  Tale elenco, a mio parere, è del tutto complementare al nostro, tanto che concludevo l’articolo con la seguente frase: La conoscenza di entrambe le informazioni permette di scegliere quella che, a parer nostro, è la migliore combinazione: un ottimo medico che operi con un’ottima equipe in un ambiente tecnologico ed efficiente…

E, guarda caso, l’università di Pisa e i suoi medici risultano -in entrambi gli elenchi- il primo centro di eccellenza in Toscana e tra i primi in Italia!… Cui segue, ad onor del vero, l’ospedale Careggi di Firenze, presso cui è in cura il suo papà.

Spero di averle dato tutti gli elementi per decidere.  Il mio suggerimento è di sentire un secondo parere esperto (non necessariamente in Toscana), che probabilmente confermerà la qualità del trattamento in atto e le rafforzerà la fiducia nei suoi medici curanti…

Cordialmente,

Gianfranco Buccheri


Lascia il tuo commento