news

Quanto è accurato l’esame citologico dell’espettorato?…

Buongiorno, sono la nuora di un 76enne,ex fumatore,a cui è stato diagnosticato tramite tac a contrasto un tumore ai polmoni esteso ai reni.  Lo scorso ottobre,il 16, ha eseguito l esame di analisi del catarro,e il referto parla di “assenza di cellule tumorali”. Vorrei sapere se il tumore al polmone può essere presente senza che questo esame lo rilevi oppure se è cosi aggressivo da nascere ed espandersi in due mesi.


Grazie.  daniela motta


Buon giorno a lei, signora Daniela.  Innanzi tutto mi lasci dire che è con molto piacere che le rispondo perché so benissimo che il suo è un dubbio -comprensibilmente- molto diffuso.  Spero, perciò, che rispondendo a lei, io possa rispondere a molti.

Venendo al dunque, le dirò che la risposta alla sua domanda se la è già data lei stessa ed è esattamente la prima delle due ipotesi prospettate.

Una negatività dell’esame citologico dell’espettorato (o catarro) NON esclude la presenza di tumore.

Perché?  Semplice: il tumore non cresce sempre superficialmente all’interno dei bronchi (potendo così desquamare cellule maligne che poi vengono riconosciute al microscopio), ma può crescere al di sotto del rivestimento interno del bronco (mucosa bronchiale).  In questo caso, nessun prelievo incruento per esame citologico (e quindi i comuni test bronchiali chiamati: “lavaggio”, “broncoaspirato”, ecc… o la semplice analisi dell’espettorato) può risultare positivo.

Noi medici diciamo che il potere predittivo negativo di un esame citologico su espettorato è dell’ordine del 20-30%.  In altre parole, un esame citologico dell’espettorato negativo ha una probabilità piuttosto bassa di escludere CORRETTAMENTE la presenza del tumore.

Spero di essere stato chiaro.

Cordiali saluti,

Gianfranco Buccheri


One Response to “Quanto è accurato l’esame citologico dell’espettorato?…”

  1. daniela motta scrive:

    La ringrazio molto per la risposta, dott. Buccheri. Nonostante l’infausta diagnosi per mio suocero, questa è una buona notizia, perchè almeno sappiamo che il tumore , o meglio , speriamo, non si è formato ed espanso fino ai reni in così breve tempo, e che magari viaggia lentamente. Grazie ancora.

Lascia il tuo commento